easyJet presenta a Malpensa il suo A321neo

Oggi, presso il Terminal 2 dell’aeroporto di Milano Malpensa, easyJet ha presentato il suo nuovo Airbus A321neo basato nello scalo. La compagnia ha annunciato che entro l’estate 2020 saranno basati a Malpensa 4 Airbus A321neo. Scegliendo di basare i primi A321neo di easyJet Europe presso il proprio hub milanese, easyJet ha ribadito la centralità di Malpensa nei suoi programmi.

L’Airbus A321neo, il più grande della flotta easyJet, è lungo 44,5 metri e dispone di 235 posti rispetto ai 186 dell’A320 (circa il 30% in più rispetto ad un A320 e il 50% rispetto ad un A319). L’aeromobile sarà utilizzato sulle rotte più trafficate del network di easyJet.

L’offerta di easyJet su Milano Malpensa per la stagione estiva aumenta in totale di circa il 5% rispetto allo scorso anno e la compagnia si prepara a superare con anticipo e ben prima della fine del 2020 l’obiettivo degli 80 milioni di passeggeri trasportati dall’inizio delle sue operazioni sullo scalo. Da segnalare anche la partnership con Etihad Airways nell’ambito del programma “Worldwide by easyJet”, il primo servizio globale di voli in connessione offerto da una compagnia low-fare in collaborazione con il partner tecnologico Dohop.

La conferenza stampa si è tenuta proprio a bordo di un A321neo: location più che apprezzata dai media presenti, in quanto è stato possibile apprezzare i dettagli dell’aeromobile di nuova generazione. I nuovi sedili ultraleggeri, insieme ad altri accorgimenti, permettono una riduzione del peso dell’aeromobile e di conseguenza dei consumi. L’A321neo è dotato di sistemi più efficienti rispetto alla precedente generazione, con un impatto positivo su efficienza, consumi ed emissioni.

“L’Italia è un Paese chiave nelle strategie di investimento e crescita della compagnia, come dimostra la scelta di basare proprio a Milano Malpensa i primi quattro A321neo di easyJet Europe”, ha dichiarato Lorenzo Lagorio, Country Manager easyJet Italia. “Oltre all’aumento di capacità, questi aeromobili di nuova generazione ci consentiranno di ridurre l’impatto ambientale delle nostre operazioni, confermando il nostro impegno verso un’aviazione sempre meno inquinante. Anche grazie alla preziosa collaborazione con SEA, puntiamo a sensibilizzare tutto il settore dell’aviazione su queste tematiche. Siamo presenti a Malpensa dal 2006 e siamo cresciuti costantemente, questa estate aggiungeremo anche un Airbus A320 portando a 22 il totale dei nostri aerei basati a Malpensa, con un’offerta che si avvicina ai 6 milioni di posti in vendita solo nel periodo estivo”.

“La scelta di easyJet di basare a Malpensa il primo A321neo al di fuori del Regno Unito è un segnale dell’attenzione che la compagnia attribuisce a Malpensa e al suo territorio. E’ una scelta estremamente positiva, perché il percorso di riduzione delle emissioni e dell’inquinamento acustico deve essere condiviso e voluto da tutta la community aeroportuale”, ha dichiarato Armando Brunini, Amministratore Delegato e Direttore Generale SEA. “Il 34% delle emissioni totali rilevate nell’area intorno all’aeroporto è causata dagli aerei ed un’altra quota importante di emissioni è data dalla quantità di veicoli che transitato da/per l’aeroporto: uno dei punti cardine della nostra strategia, oltre all’obiettivo di ridurre le emissioni generate dagli aeromobili, è quello di migliorare i collegamenti in treno/metropolitana, sia per Malpensa sia per Linate, in modo da far diminure ulteriormente la quantità di CO2 e di rumore presenti. Come gestore abbiamo un ruolo chiave nel promuovere e incoraggiare questo percorso. Per questo stiamo lavorando su diversi fronti, primo fra tutti una proposta di tariffazione differenziata per premiare i vettori che, come easyJet, favoriscono uno sviluppo del traffico con minori emissioni e rumore, attraverso il rinnovamento della flotta. L’impegno di easyJet in merito alla sostenibilità è una grande soddifazione: crescere senza impattare su rumore ed emissioni è fondamentale”.

L’A321neo, dotato di motori CFM LEAP-1A, può coprire una distanza massima di 7.400 chilometri e permetterà ad easyJet di offrire più posti e tariffe più basse. Produce oltre il 15% in meno di emissioni di CO2 per passeggero e riduce l’impatto acustico di oltre il 50% durante le fasi di decollo e atterraggio rispetto agli aeroplani della precedente generazione.

Le nuove cappelliere, inoltre, permetteranno di portare a bordo fino a circa 110 trolley: questo permetterà una miglior gestione dei bagagli. Ad oggi la flotta di easyJet è composta da 335 aeromobili, di cui 34 A320neo e 9 A321neo.

L’arrivo a Malpensa del nuovo aeromobile conferma come easyJet prenda sul serio la propria responsabilità nei confronti della sostenibilità ambientale.

“A livello mondiale, il 2% delle emissioni di CO2 sono provocate dagli aerei: è nostro dovere cercare nuove teconologie e nuovi materiali, affinché questo dato si riduca ulteriormente nei prossimi anni”, ha concluso Lorenzo Lagorio.

A novembre 2019 easyJet è diventata la prima compagnia aerea a compensare per conto di tutti i suoi passeggeri le emissioni di CO2 prodotte su tutti i propri voli. Il continuo ammodernamento della flotta ed una attenzione costante all’efficienza hanno permesso di ridurre di oltre un terzo (33,67%) le emissioni di carbonio per passeggero/chilometro dal 2000 ad oggi e la compagnia è sulla buona strada per raggiungere l’obiettivo di una riduzione del 38% entro il 2022.

A questo link l’album sulla nostra pagina Facebook ufficiale con tutte le foto dell’evento.

(Paolo “JT8D” – Erika Brambilla – Md80.it)