Qatar Airways riprende le belly-hold cargo operations in Cina

Qatar Airways Cargo annuncia che riprenderà le scheduled belly-hold cargo operations in Cina, pianificate con l’utilizzo di aeromobili wide-body passeggeri a partire dal 30 marzo 2020. La capacità di carico ulteriore viene aggiunta al freighter service esistente del vettore.

La decisione di ripristinare il belly-hold service verso sei delle sue destinazioni passeggeri nel paese è in linea con l’iniziativa della compagnia aerea di continuare a sostenere la connettività mondiale, ristabilire la supply chain globale e soddisfare la forte domanda del mercato. Ciò include il trasporto di aiuti medici urgenti che sono fondamentali per la lotta globale contro la pandemia COVID-19.

Akbar Al Baker, CEO di Qatar Airways Group, ha dichiarato: “Siamo lieti di riprendere le belly-hold cargo operations in Cina, dove la pandemia di COVID-19 è stata significativamente contenuta e la produzione industriale si sta ripristinando a livello nazionale. Oltre al nostro freighter service dedicato, la disponibilità extra belly-hold che sfrutta la flessibilità e l’affidabilità della nostra flotta migliorerà notevolmente la nostra capacità di movimentazione delle merci in Cina”.

I belly-hold cargo flights verranno operati su turnaround basis, ipotizzando i numeri e le frequenze di volo precedentemente assegnati alle rotte, senza membri dell’equipaggio di cabina o passeggeri a bordo. A integrazione del già robusto cargo payload offerto sulle quattro rotte cargo esistenti di Qatar Airways verso la Cina, la ripresa del belly-hold service aggiungerà una significativa capacità cargo verso sei città che includono Pechino, Shanghai, Canton, Chengdu, Chongqing e Hangzhou.

Con la capacità potenziata, le forniture e le esportazioni di medicinali più vitali destinate a Medio Oriente, Europa e Americhe saranno trasportate dall’efficiente rete di Qatar Airways attraverso una sosta senza interruzioni presso l’hub di Doha del vettore cargo.

Qatar Airways inoltre incrementa le operazioni per l’Australia e vola per la prima volta verso Brisbane. La compagnia aerea ha aggiunto 28 frequenze (circa 48.000 posti extra) ai principali gateway di Sydney, Melbourne, Perth e Brisbane, per ricongiungere i passeggeri bloccati all’estero.

Qatar Airways sta espandendo in modo significativo le proprie operazioni verso l’Australia per aiutare, in questo difficile momento, i passeggeri bloccati a rientrare nel proprio paese. A partire dal 29 marzo, Qatar Airways ha aggiunto circa 48.000 posti per aiutare più persone possibile a ricongiungersi con i propri cari. La compagnia aerea opera i seguenti voli: servizio giornaliero per Brisbane (Boeing 777-300ER), doppio servizio giornaliero per Perth (Airbus A380 e Boeing 777-300ER), doppio servizio giornaliero per Melbourne (Airbus A350-1000 e Boeing 777-300ER), triplo servizio giornaliero per Sydney (Airbus A350-1000 e Boeing 777-300ER).

(Ufficio Stampa Qatar Airways)