ETIHAD AIRWAYS PROVERA’ UNA TECNOLOGIA PER IDENTIFICARE I VIAGGIATORI CON POTENZIALI CONDIZIONI MEDICHE – Etihad Airways collaborerà con la società australiana Elenium Automation per sperimentare nuove tecnologie che consentano l’utilizzo di dispositivi self-service negli aeroporti per aiutare a identificare i viaggiatori con condizioni mediche, comprese potenzialmente le prime fasi di COVID-19. Etihad sarà la prima compagnia aerea a provare la tecnologia, in grado di monitorare la temperatura, la frequenza cardiaca e la frequenza respiratoria di qualsiasi persona che utilizza un touchpoint aeroportuale come un check-in o un chiosco informativo, una bag drop facility, un security point o immigration gate. Il sistema Elenium sospenderà automaticamente il check-in self-service o il processo di consegna bagagli se i segni vitali di un passeggero indicano potenziali sintomi di malattia. Passerà quindi a una teleconferenza o avviserà il personale qualificato sul posto, che può effettuare ulteriori valutazioni e gestire i viaggiatori secondo necessità. In collaborazione con Amazon Web Services, Elenium ha anche sviluppato tecnologie “hands free” che consentono l’uso senza contatto dei dispositivi self-service attraverso il riconoscimento vocale. Inizialmente Etihad proverà la tecnologia di monitoraggio presso il suo hub di Abu Dhabi, alla fine di aprile e per tutto maggio 2020, inizialmente con una serie di volontari e, con la ripresa dei voli, con i passeggeri in uscita.

EASYJET: ULTERIORI AZIONI PER SALVAGUARDARE LA LIQUIDITA’ – easyJet continua a concentrarsi sulla massimizzazione della liquidità in caso di prolungato periodo di messa a terra. A tal fine easyJet ha avuto successo nell’emissione di un Commercial Paper da £600 milioni attraverso il Covid Corporate Financing Facility (CCFF). easyJet ha inoltre emesso oggi una richiesta di utilizzo per attingere completamente al suo Revolving Credit Facility da $500 milioni, garantito con gli aircraft assets. Di conseguenza, entro il 9 aprile si prevede che easyJet avrà accesso a riserve di liquidità di circa £2,3 miliardi. Vista la possibilità di una messa a terra prolungata, easyJet continuerà a considerare ulteriori opzioni di liquidità e finanziamento. easyJet e BALPA hanno raggiunto in collaborazione un accordo sulle disposizioni per i suoi piloti. L’accordo entrerà in vigore dal 1° aprile 2020. La scorsa settimana easyJet ha annunciato di aver raggiunto un accordo sulle disposizioni relative a cabin crew and training instructors. Tale accordo è efficace dal 1° aprile 2020. Johan Lundgren, CEO di easyJet, ha dichiarato: “Rimaniamo assolutamente concentrati sull’assicurare il futuro a lungo termine della compagnia aerea, riducendo i nostri costi e preservando i posti di lavoro, per assicurarci che easyJet sia nella posizione migliore per riprendere a volare al termine della pandemia. La nostra attuale priorità è quella di salvaguardare la liquidità a breve termine”.

ETIHAD GUEST LANCIA CAMPAGNA PER SOSTENERE I RIFUGIATI DURANTE LA PANDEMIA – Etihad Guest, il programma fedeltà di Etihad Airways, ha lanciato una campagna per incoraggiare i membri a donare le loro miglia Etihad Guest per sostenere gli sforzi di prevenzione e risposta riguardo il nuovo coronavirus (COVID-19) per i rifugiati. In collaborazione con l’United Nations Refugee Agency (UNHCR) a livello globale e con Emirates Red Crescent in Medio Oriente, Etihad Guest mira a supportare il controllo delle infezioni e adeguate misure di contenimento per i rifugiati e altri sfollati. Robin Kamark, Chief Commercial Officer, Etihad Aviation Group, ha dichiarato: “In questi tempi straordinari, dobbiamo dimostrare solidarietà e cooperazione per sostenere i bisognosi. Il coronavirus non discrimina e colpisce anche i più vulnerabili. I nostri membri sono sempre stati così caritatevoli quando hanno donato miglia e li ringraziamo in anticipo per continuare a essere così generosi con le loro miglia guadagnate duramente”.

SWISS OPERA CARGO-ONLY FLIGHTS TRA SVIZZERA E CINA – SWISS effettuerà una serie di voli portando apparecchiature mediche dalla Cina alla Svizzera. L’operazione è supportata dalla Swiss WorldCargo airfreight division. Nell’ambito dell’operazione, questo mese dalla Cina continentale verranno effettuati oltre dieci cargo-only SWISS Airbus A340 flights, portando oltre 35 milioni di articoli di protezione personale per il personale sanitario, compresi tute protettive, guanti medici, occhiali protettivi e maschere respiratorie. I trasporti ammonteranno a oltre 200 tonnellate. Nessun passeggero sarà trasportato su questi voli. Trasporteranno solo merci, caricate sia nella stiva che nella cabina passeggeri. Il primo volo del genere è arrivato da Shanghai a Zurigo alle 17:54 di domenica 5 aprile. SWISS collabora inoltre con altri partner per il trasporto di merci dalla Svizzera alla Cina. SWISS ha operato finora due cargo-only flights per Zurigo da Hong Kong e Shanghai, nonchè un volo da Pechino. Altri voli cargo SWISS da e per la Cina sono in programma, per continuare a mantenere le supply chain tra la Svizzera e il mondo.

AEROPORTO DI GENOVA: ARRIVATI I VOLONTARI ANTI-COVID 19 – E’ arrivato a Genova poco dopo mezzogiorno il volo della Guardia di Finanza con a bordo, tra gli altri, 10 infermieri volontari dell’Unità infermieristica #Covid19, coordinata dalla Protezione civile, che presteranno servizio negli ospedali liguri. A bordo dell’aereo erano presenti il Ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, e il vice capo dipartimento nazionale della Protezione Civile, Agostino Miozzo. Ad accogliere i volontari il presidente della Regione Giovanni Toti, il sindaco di Genova, Marco Bucci, il prefetto di Genova, Carmen Perrotta, e il Direttore ENAC Nord Ovest, Alberto Lelli.

ANCHE L’AEROPORTO DI GENOVA PARTECIPA AL CORSO DI ECCELLENZA SULLA LOGISTICA – Il quadro normativo internazionale, la logistica aeroportuale, la gestione del trasporto merci via aerea, la gestione delle operazioni in sicurezza sono alcuni dei temi che verranno trattati dall’Aeroporto di Genova nell’ambito del corso di eccellenza per “Tecnico superiore dei trasporti e della logistica”, finanziato da Regione Liguria attraverso il Fondo Sociale Europeo ed erogato da Fondazione Accademia Italiana della Marina Mercantile. Il corso, che ha preso il via a febbraio, si articola su due annualità e vede la partecipazione di 23 studenti neodiplomati, selezionati a livello nazionale. L’obiettivo è rendere gli allievi in grado di svolgere attività di pianificazione, organizzazione e monitoraggio dei servizi logistici, gestione della filiera, programmazione dei flussi documentali relativi al trasporto di merci e persone e interazione con i sistemi di assistenza e sorveglianza del traffico. Grazie alla collaborazione tra la Fondazione e Aeroporto di Genova S.p.A., il percorso formativo include un modulo dedicato al trasporto aereo per un totale di 28 ore, di cui 24 con modalità di formazione a distanza. A tenere le lezioni sarà Tiziana Alliani, Security Manager dell’aeroporto. Al termine dell’emergenza Coronavirus si svolgerà un sopralluogo nello scalo, per ulteriori 4 ore di corso. La collaborazione tra Fondazione Accademia Marina Mercantile e Aeroporto di Genova, avviata nel 2017, è oggetto di una convenzione che ha rappresentato una prima assoluta a livello nazionale. Anche quest’anno, come già nel 2019, al termine del corso verrà selezionato uno studente per svolgere uno stage presso l’Aeroporto di Genova.

EUROWINGS PORTA I LAVORATORI AGRICOLI STAGIONALI IN GERMANIA – Eurowings vuole portare decine di migliaia di lavoratori in Germania insieme alle German farmers associations. La consociata di Lufthansa Group offre già servizi su un sito Web dedicato agli harvest workers per portare i lavoratori stagionali urgentemente necessari nei loro luoghi di lavoro il più rapidamente possibile. I primi voli speciali Eurowings, ad esempio da Düsseldorf a Bucarest (Romania) e ritorno, sono già programmati per il decollo questa settimana. Gli agricoltori possono indicare i loro requisiti, il punto di partenza desiderato dei rispettivi lavoratori e il punto di arrivo desiderato in Germania. Eurowings e Lufthansa Group pianificheranno voli speciali sulla base di questi requisiti. Molte aziende agricole non sono attualmente in grado di raccogliere o seminare la loro frutta e verdura perché decine di migliaia di operai mancano nel paese a causa dei divieti d’ingresso imposti a seguito della crisi Coronavirus. La settimana scorsa le autorità hanno concordato che gli aiutanti urgentemente necessari possono entrare nel paese in aereo da altri paesi dell’UE in condizioni igieniche rigorose. A tale scopo è stato rilasciato un permesso di ingresso per 40.000 lavoratori stagionali.

I DIPENDENTI I SAS AIUTERANNO IL SISTEMA SANITARIO DURANTE LA CRISI CORONAVIRUS – SAS collabora con la società di reclutamento ISCO Group per consentire agli equipaggi inattivi di SAS di lavorare nel sistema sanitario durante la crisi coronavirus. Un crescente bisogno di manodopera è atteso nel settore sanitario durante la crisi. SAS ha quindi unito le forze con la società di reclutamento del management ISCO Group, sia per la registrazione che per la formazione dei dipendenti SAS per lavorare nel settore sanitario. “SAS vuole consentire ai nostri dipendenti di prendere parte alla sfida sociale attualmente in corso. I nostri equipaggi hanno una formazione adeguata e sono ben preparati per affrontare situazioni impreviste e stimolanti in modo calmo e metodico. Sempre con un alto livello di servizio e con la sicurezza come priorità assoluta”, afferma Torbjørn Wist, SAS CFO.

ANA: ULTERIORI MODIFICHE AL NETWORK DOMESTICO – All Nippon Airways (ANA), causa coronavirus, prosegue le modifiche ai suoi operativi. Riguardo le rotte domestiche (1 aprile – 28 aprile), un totale di 1.742 voli che servono 48 rotte saranno interessati dalle modifiche apportate oggi, portando il numero totale di voli interessati a 5.629 che servono 77 rotte diverse. Info a questo link: https://www.ana.co.jp/en/jp/topics/notice200127/.