Austrian prolunga la cessazione temporanea delle operazioni di volo fino al 17 maggio

I divieti d’ingresso in tutto il mondo imposti a seguito del coronavirus continuano ad essere in vigore o sono stati addirittura estesi in alcuni casi. Per questo motivo, Austrian Airlines deve prolungare nuovamente la cessazione delle sue regular scheduled flight operations, questa volta per altre due settimane, vale a dire dal 3 maggio 2020 al 17 maggio 2020.

Il momento esatto in cui riprendere le normali operazioni di volo dipende dall’allentamento delle restrizioni di viaggio e dal relativo aumento della domanda. “In ogni caso, continuiamo a essere pronti a un riavvio lento”, afferma Andreas Otto, CCO di Austrian Airlines.

Continueranno le operazioni di voli speciali. Ad esempio, due aerei a lungo raggio dalla Cina atterreranno questo pomeriggio a Vienna con indumenti di protezione medica urgentemente necessari. Fino ad ora sono state trasportate oltre 400 tonnellate di aiuti umanitari dalla Cina e dalla Malesia. Nel frattempo, gli aerei a lungo raggio decollano da Vienna verso l’Asia ogni giorno. “Il ponte aereo è ben consolidato”, aggiunge Andreas Otto.

Inoltre, circa 13 voli di rimpatrio sono stati effettuati per conto del governo federale austriaco dal 13 marzo 2020, portando a casa circa 7.000 passeggeri in sicurezza.

(Ufficio Stampa Austrian Airlines – Photo Credits: Austrian Airlines)