Emirates ribadisce l’impegno per i clienti aumentando la capacità di rimborso

Emirates ha intensificato la sua capacità di elaborare i rimborsi, ribadendo il proprio impegno nei confronti dei clienti e dei partner commerciali interessati dalle interruzioni causate dalla pandemia COVID-19.

Con quasi mezzo milione di richieste di rimborso in attesa di gestione, la compagnia aerea ha adottato misure proattive per ristrutturare le procedure di backend e aumentare le risorse per accelerare l’elaborazione dei rimborsi. Pre-pandemia, Emirates processava in media 35.000 richieste di rimborso in un mese. Ora si sta preparando a gestirne 150.000 al mese e mira a cancellare l’attuale arretrato entro l’inizio di agosto.

Sir Tim Clark, President Emirates Airline, ha dichiarato: “È un momento difficile per noi, come lo è per tutte le compagnie aeree. Stiamo immergendoci nelle nostre riserve di liquidità essendo proattivi nell’elaborazione dei rimborsi, ma è nostro dovere e responsabilità. Vorremmo assicurare ai nostri clienti e partner commerciali che onoreremo i rimborsi e che stiamo facendo del nostro meglio per accelerare le cose. La situazione era dinamica nelle prime settimane della pandemia, ma da allora abbiamo riscritto la nostra politica di rinuncia COVID-19 con un approccio semplice e applicato a livello globale che mette al primo posto i clienti. Abbiamo anche contattato in modo proattivo i nostri clienti che avevano presentato richieste precedenti di rimborsi o modifiche alla prenotazione, per far loro conoscere le nuove opzioni a loro disposizione. Speriamo sinceramente che i nostri clienti e partner commerciali sceglieranno di prenotare e volare nuovamente con Emirates in un secondo momento. Per coloro che hanno scelto di conservare i loro biglietti o di scambiarli con i voucher di viaggio, non vediamo l’ora di darvi il benvenuto presto sui nostri voli. Gli annunci verranno fatti ogni volta che saremo in grado di riprendere i servizi”.

I clienti che desiderano richiedere buoni di viaggio o rimborsi possono farlo facilmente tramite un modulo online sul sito Web di Emirates o contattando il proprio agente di viaggio per l’assistenza.

Emirates offre tre opzioni ai suoi clienti interessati da cancellazioni di voli e restrizioni di viaggio:

– Tenere il biglietto esistente per un massimo di 24 mesi e rischedulare il volo quando pronti a volare. Emirates ha esteso questa opzione a qualsiasi biglietto prenotato entro il 30 giugno 2020 per viaggi entro il 30 novembre 2020.
– Scambiare la parte inutilizzata dei biglietti con un voucher di viaggio equivalente all’importo pagato per la prenotazione originale. Il voucher di viaggio può essere utilizzato per qualsiasi prodotto o servizio Emirates, senza costi di modifica, offrendo ai clienti una maggiore flessibilità per la riprogrammazione una volta pronti a viaggiare di nuovo.
– Rimborsi. I clienti che hanno scelto di conservare il proprio biglietto o optato per un buono di viaggio possono comunque richiedere un rimborso se non sono in grado di viaggiare. Non ci saranno penali di rimborso.

I clienti che hanno prenotato tramite agenti di viaggio devono contattare il proprio agente per l’assistenza. Si applicheranno le stesse opzioni.

Ulteriori informazioni sulla politica di rinuncia di Emirates e le ultime informazioni sui voli e sulle attività commerciali relative a COVID-19 sono disponibili su: https://www.emirates.com/ae/english/help/covid-19/.

(Ufficio Stampa Emirates – Photo Credits: Emirates)