BOEING: DICHIARAZIONE SULLA BOND OFFERING – Boeing informa: “Siamo lieti della risposta alla nostra Bond offering, che è uno dei numerosi passi che stiamo intraprendendo per mantenere il flusso di liquidità attraverso la nostra attività e le 17.000 società nella supply chain del nostro settore. La forte domanda per l’offerta riflette un forte sostegno alla forza a lungo termine di Boeing e dell’industria aeronautica. In parte è anche il risultato della fiducia nel mercato creata dal CARES Act e dai programmi federali di sostegno che sono stati messi in atto, una testimonianza dell’Amministrazione, del Congresso e della Federal Reserve. A seguito della risposta e in attesa della chiusura di questa transazione prevista per lunedì 4 maggio, al momento non prevediamo di cercare finanziamenti aggiuntivi attraverso i capital markets o le opzioni del governo degli Stati Uniti. L’offerta di obbligazioni comprende strumenti di debito con un importo complessivo in capitale di $25 miliardi in sette tranche, con scadenze che vanno dai tre ai 40 anni. Continueremo a valutare la nostra posizione di liquidità man mano che la crisi sanitaria e il nostro ambiente di business dinamico evolvono”.

L’AMERICAN AIRLINES ADVANTAGE PROGRAM RICONOSCIUTO “BEST ELITE PROGRAM IN THE AMERICAS” – Il programma American Airlines AAdvantage è stato nominato “Best Elite Program in the Americas” ai 2020 Freddie Awards, uno dei più prestigiosi riconoscimenti per i programmi di fidelizzazione nel settore dei viaggi. E’ il nono anno in cui il programma ha ricevuto questa distinzione. “Grazie a tutti i nostri fedeli membri che hanno votato AAdvantage come Best Elite Program in the Freddie Awards”, dice Bridget Blaise-Shamai, President of the AAdvantage program and Vice President of Customer Loyalty and Insights for American. “Il nostro obiettivo costante è garantire che il programma AAdvantage sia prezioso, pertinente e avvincente per i nostri membri, soprattutto quando tornaneranno in viaggio una volta superata la sfida COVID-19”.

AMERICAN AIRLINES: MASCHERINA A BORDO PER I CLIENTI DALL’11 MAGGIO – American Airlines richiederà presto a tutti i clienti in viaggio di indossare una copertura per il viso (o una mascherina) a bordo degli aeromobili a partire dall’11 maggio. Questo nuovo requisito fa parte dell’impegno costante della compagnia aerea nel dare priorità al benessere dei clienti e dei membri del team in risposta al coronavirus. Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), l’uso di una semplice copertura facciale rallenta la diffusione del virus e aiuta le persone che potrebbero avere il virus e non lo sanno a non trasmetterlo ad altri. All’inizio di questa settimana, American ha annunciato che per gli assistenti di volo saranno richiesti rivestimenti per il viso durante ogni mainline and regional flight a partire dal primo maggio. Inoltre, American inizierà il processo di distribuzione di salviettine igienizzanti e rivestimenti per il viso ai clienti. Questa offerta si espanderà a tutti i voli quando le forniture e le condizioni operative lo consentiranno.

IAG: IBERIA E VUELING SIGLANO ACCORDI DI FINANZIAMENTO – International Airlines Group (IAG) annuncia che Iberia e Vueling hanno firmato un syndicated financing agreements rispettivamente per €750 milioni e €260 milioni. Le banche coinvolte nel syndicated agreement chiederanno all’Instituto de Crédito Oficial (ICO) di concedere garanzie per questi prestiti e il finanziamento è subordinato alla disponibilità di tali garanzie. L’accordo rientra nel quadro giuridico istituito dal governo spagnolo per mitigare l’impatto economico di COVID-19. Gli accordi di finanziamento hanno una durata di cinque anni, ammortizzabile dal 30 aprile 2023, ma sono rimborsabili in qualsiasi momento previa notifica da parte di Iberia o Vueling. Contengono una serie di non-financial covenants per proteggere la posizione delle banche.

LUFTHANSA SI PREPARA ALL’ANNUAL GENERAL MEETING 2020 – Deutsche Lufthansa AG ha pubblicato in anticipo il discorso del suo Presidente e CEO Carsten Spohr all’Annual General Meeting 2020 sul sito web della compagnia oggi. Ciò offre agli azionisti un’ulteriore opportunità per prepararsi al Lufthansa 67° Annual General Meeting, che si terrà virtualmente per la prima volta quest’anno a causa della pandemia Coronavirus. Gli azionisti possono comunque inviare le loro domande sugli argomenti all’ordine del giorno tramite la funzione online fino al 2 maggio 2020. Ulteriori informazioni sull’Annual General Meeting e il testo del discorso di Carsten Spohr sono disponibili all’indirizzo: www.lufthansagroup.com/en/themes/annual-general-meeting-2020.html.

EMIRATES PROTEGGE LA SUA WIDE-BODY FLEET – Emirates è impegnata a proteggere e preparare la flotta in questo periodo tramite Emirates Engineering. Ahmed Safa, Emirates Divisional Senior Vice President Engineering, ha dichiarato: “Emirates utilizza i più alti standard nell’organizzazione. Tutto ciò che facciamo aiuta a garantire la migliore esperienza per il cliente e le persone si sentono sicure mentre volano con noi. Questa filosofia si estende anche al nostro team di ingegneria e al modo in cui manteniamo e proteggiamo la nostra flotta di miliardi di dollari, con il maggior numero di Airbus A380 e Boeing 777 al mondo. Non copriamo solo i nostri motori, ma disponiamo di un aircraft parking and reactivation programme che segue rigorosamente le linee guida dei produttori e i manuali di manutenzione e abbiamo standard e protocolli migliorati. Abbiamo anche l’invidiabile sfida di una flotta di 115 A380 e 155 B777. Mentre un aereo narrow body richiede solo circa 3-4 dipendenti che lavorano per circa otto ore per coprirlo, i nostri aerei hanno bisogno di 4-6 dipendenti che lavorano con un turno di 12 ore”. Dei 270 aeromobili della sua flotta, Emirates aveva inizialmente parcheggiato 218 aerei, 117 al Dubai World Central e 101 al Dubai International Airport, coinvolgendo più di 15.500 man-hours of work. Ora circa 75 aerei Emirates, sia passeggeri che cargo, trasportano persone in rimpatrio e merci in missioni essenziali. Questi continuano ad essere mantenuti secondo le procedure operative standard. Alcuni velivoli stanno subendo una manutenzione programmata negli hangar di Emirates Engineering. Ahmed Safa ha dichiarato: “Abbiamo bisogno di circa 4-5 dipendenti dedicati e almeno 18-24 ore per rimettere in servizio uno dei nostri aerei. I nostri clienti e i nostri dipendenti non vedono l’ora di vedere i nostri A380 e 777 nuovamente nei cieli, operando i nostri normali programmi e deliziando i viaggiatori di tutto il mondo”.

ROLLS-ROYCE APRE LA SUA DIGITAL ACADEMY – Rolls-Royce pubblica gratuitamente il suo world-class digital skills training programme per aiutare le persone e le aziende di tutto il mondo a prepararsi per un recupero potenzialmente incentrato sul digitale dopo COVID-19. Riunendo i suoi partner e le piattaforme di formazione di fiducia, la prima suite di corsi include data science, artificial intelligence, machine learning, coding and digital culture. I corsi vanno da ‘bitesize’ 20-minute sessions a programmi di formazione estesi completamente certificati. Questa versione di Rolls-Royce segue il suo ruolo di fondatore nella creazione di Emergent Alliance, un gruppo volontario di società tecnologiche e specialisti in scienza dei dati che lavorano insieme per trovare nuovi modi per accelerare e facilitare il percorso di ripresa economica dopo la pandemia. Rolls-Royce Digital Academy ha formato 20.000 dipendenti negli ultimi due anni, aiutando la trasformazione in una delle principali società tecnologiche industriali del mondo. Questi sono i corsi di formazione che stanno aiutando a realizzare quel cambiamento. Manisha Mistry, Head of the Digital Academy at Rolls-Royce, ha dichiarato: “Molte persone e aziende stanno vivendo circostanze incredibilmente difficili e questi pacchetti di formazione gratuiti sono un modo tangibile per noi di offrire aiuto. Molti sono stati provati e testati dai dipendenti Rolls-Royce. Possono aiutare le persone a prepararsi per il lavoro e le aziende a trasformarsi in un futuro digitale, proprio come abbiamo fatto in Rolls-Royce negli ultimi due anni. Che tu abbia 8, 18 o 80 anni, questi pacchetti di formazione ti aiuteranno durante questo periodo di isolamento: se devi tenere occupati i tuoi figli, se hai bisogno di nuove competenze per un lavoro futuro o vuoi semplicemente acquisire digital skills in previsione del futuro”.