RIPRESA OPERAZIONE VOLI RYANAIR ALL’AEROPORTO DI MILANO BERGAMO – La partenza del volo con destinazione Madrid, il cui decollo è avvenuto puntualmente alle 6:45 di domenica 21 giugno, ha segnato la ripresa delle operazioni di Ryanair sull’Aeroporto di Milano Bergamo (leggi anche qui). Nel primo giorno di ripresa dei collegamenti, sono stati programmati sette voli in partenza e altrettanti in arrivo. Ripristinati i collegamenti con Catania, Ibiza, Madrid, Palma, Manchester, Alghero e Atene. Altre 20 rotte verranno riattivate nei giorni successivi: Bari, Cagliari, Bruxelles-Charleroi, Berlino-Schönefeld, Lisbona, Pescara, Valencia, Barcellona-El Prat e Sofia dal 22 giugno; Brindisi, Palermo, Londra-Stansted, Lamezia Terme, Budapest, Napoli, Manchester, Cracovia, Dublino e Malaga dal 23 giugno; Bucarest dal 27 giugno. Dal 1° luglio Ryanair incrementerà ulteriormente il numero di rotte e la loro frequenza, come parte integrante dell’operativo per l’estate 2020 da e per l’aeroporto di Milano Bergamo, che comprende 93 rotte, di cui 11 nazionali – Bari, Brindisi, Palermo, Lamezia Terme, Cagliari, Catania, Napoli, Pescara, Alghero, Crotone, Trapani – e 82 internazionali.

GE AVIATION: CONTRATTO PER IL SUPORTO DEI MOTORI T700 – A GE Aviation è stato assegnato un contratto quinquennale da $180 milioni dalla U.S. Naval Air Warfare Center Aircraft Division (NAWCAD) per la riparazione e la revisione di T700 rotorcraft engines a supporto degli U.S. Navy MH-60 Seahawk, degli U.S. Marine Corps AH-1Z Viper e Bell UH-1Y Venom/Huey helicopters. “GE è grata per l’opportunità di fornire T700 overhaul and repair support alle US Navy and Marine Corps fleets per altri cinque anni”, ha dichiarato Harry Nahatis, vice president and general manager of GE Aviation’s Rotorcraft & Turboprop Engines. “Questo contratto consentirà a GE di lavorare a stretto contatto con la Marina per migliorare la prontezza della flotta, riducendo i costi”. All’entrata in servizio nel 1978 con il Sikorsky UH-60 Black Hawk, il T700 ha rapidamente dimostrato i suoi vantaggi operativi, che lo hanno anche reso un derivato ideale come turboprop powerplant. Oggi, la famiglia di motori turboshaft e turboelica T700/CT7 equipaggia 15 tipi di elicotteri e velivoli ad ala fissa con oltre 130 clienti in oltre 50 paesi. La famiglia T700/CT7 ha superato le 20.000 unità consegnate e oltre 100 milioni di ore di volo totali. La linea di motori T700/CT7 è diventata sempre più potente e affidabile nel corso della sua storia, numerosi progressi tecnologici sono stati integrati nelle successive versioni. I modelli attuali, nel 2.000-3.000 shaft-horsepower range, mantengono tutte le caratteristiche operative delle versioni precedenti, pur offrendo performance migliorate. Le principali turboshaft applications includono Sikorsky Black Hawk, Seahawk, Jayhawk, Pave Hawk, S-70, S/H-92, CH-148, HH60-W CRH e VIP transport helicopters; Boeing AH-64 Apache, Bell UH-1Y Huey, AW-1Z Super Cobra, 214ST Super Transport e 525 Relentless, Kaman SH-2G Super Seasprite, NHIndustries NH90, Leonardo AW101 e AW189 e KAI Surion.

AIR FRANCE E AVIATION SANS FRONTIERES INSIEME PER LA SOLIDARIETA’ – Air France, partner storico di Aviation Sans Frontières (ASF) da 40 anni, continua a fornire assistenza e supporto grazie in particolare al coinvolgimento del personale della compagnia. Il personale di terra e gli equipaggi di volo sono tra i volontari di Air France che lavorano al fianco di ASF nelle sue iniziative di solidarietà in tutto il mondo, tra cui la fornitura di trasporto aereo per bambini malati. Aviation Sans Frontières è stata sostenuta per molti anni da Air France Foundation, beneficiando del supporto finanziario e logistico. Aviation Sans Frontières è attivamente coinvolta nella lotta contro Covid-19.

L’EVOLUZIONE DEL RISCHIO CYBER AL CENTRO DEL PRIMO EVENTO DIGITALE DI LEONARDO – Si è concluso il primo evento interamente digitale promosso da Leonardo, in collaborazione con A.I.P.S.A – Associazione Italiana Professionisti Security Aziendale, dedicato alla “Evoluzione del cyber risk e gli impatti sulla vita delle aziende italiane e dei cittadini”. Al centro del dibattito, la cultura e la formazione in materia di Cyber Security e l’urgenza di una trasformazione digitale sicura, istanza resa ancor più cruciale dall’accelerazione del processo di digitalizzazione dovuta all’emergenza del Covid-19. Altro punto di discussione, il Crisis Management, ossia la capacità da parte di un’azienda di una risposta tempestiva e di una efficiente gestione della crisi per preservare l’intera catena del valore, attraverso una rigorosa pianificazione preliminare e una preparazione costante insieme al monitoraggio delle minacce cibernetiche. “L’attuale scenario ci impone una riflessione e un cambiamento di tendenza nella cultura della sicurezza. In un ecosistema sempre più interconnesso e digitale, va intesa in senso globale ed è fondamentale per salvaguardare la resilienza e la crescita di un’impresa”, ha commentato Barbara Poggiali, Managing Director della Divisione Cyber Security di Leonardo. I partecipanti al convegno hanno potuto, inoltre, prendere parte a una visita virtuale guidata al “Next Generation Security Operation Centre” di Chieti, la principale infrastruttura attraverso cui Leonardo monitora la minaccia cyber e gestisce gli attacchi informatici h24, con oltre 150 analisti altamente specializzati supportati da un potente super calcolatore e da tecnologie avanzate (automazione, machine learning, Intelligenza Artificiale, Big Data) che ne accrescono l’efficacia.

NUOVA MISSIONE UMANITARIA PER AIRBUS FOUNDATION – Airbus Foundation, insieme alla French Red Cross (FRC) e alla International Federation of Red Cross and Red Crescent Societies (IFRC), ha trasportato un team medico e 14 tonnellate di aiuti umanitari nella Repubblica del Congo, utilizzando un Airbus A330neo test aircraft. Il carico aiuterà nella lotta contro la pandemia di COVID-19 e la crisi Ebola nella Repubblica del Congo e nella DRC. L’A330neo è partito da Vatry, Francia, il 19 giugno ed è atterrato all’aeroporto di Brazzaville, Repubblica del Congo, lo stesso giorno con il personale dell’IFRC e della FRC a bordo per supportare la logistica all’arrivo. A bordo c’erano anche dispositivi di protezione individuale necessari per creare una base amministrativa per una zona di trattamento per FRC.

EUROWINGS SI ESPANDE VERSO VARNA E BURGAS – Eurowings sta rafforzando la sua posizione di più grande compagnia aerea tedesca per le vacanze. La sussidiaria di Lufthansa sta espandendo il proprio portfolio rotte in direzione dell’Europa sud-orientale e volerà per la prima volta sulla costa del Mar Nero, in Bulgaria, nell’estate 2020. Le due destinazioni di vacanza emergenti Varna e Burgas possono già essere prenotate su eurowings.com o tramite l’app Eurowings. Saranno offerte da sei aeroporti tedeschi a partire dal 6 luglio: oltre alle principali basi Eurowings di Düsseldorf, Amburgo e Stoccarda, gli aeroporti di Monaco, Hannover e Lipsia saranno anch’essi collegati direttamente alla costa bulgara da luglio. Il programma Eurowings includerà quindi più di 20 voli settimanali per Burgas e Varna.

EUROWINGS: PRONTI A RIPARTIRE PER LA STAGIONE DELLE VACANZE – Nelle ultime settimane Eurowings e il suo staff, insieme ai suoi partner, si sono preparati coscienziosamente per l’inizio di quello che sarà il periodo più bello dell’anno per molti viaggiatori, quello delle vacanze. Con la fine delle restrizioni di viaggio, l’interesse dei clienti verso le destinazioni soleggiate sta crescendo. Sono richieste destinazioni in Spagna, Italia, Grecia e Croazia. In risposta a ciò, Eurowings sta gradualmente espandendo il suo programma di volo. A luglio la compagnia aerea triplicherà la sua offerta con circa 6.000 voli rispetto a giugno. Düsseldorf, la più grande base Eurowings, rappresenterà 1.200 di questi voli. Mentre Eurowings ha fornito servizi di base con nove aeromobili nei mesi di aprile e maggio, circa 35 aeromobili Airbus A320 decolleranno di nuovo a luglio. Invece di 35 destinazioni a giugno, Eurowings offrirà oltre 50 destinazioni da Düsseldorf a luglio. L’obiettivo dichiarato è di offrire nuovamente l’80% del portfolio di rotte originale nel corso dell’estate. Tuttavia, il programma estivo 2020 comprenderà un massimo del 40% rispetto a un’estate “normale”. “Siamo lieti che le persone vogliano volare di nuovo e siamo pronti”, afferma Jens Bischof, CEO di Eurowings. “Abbiamo implementato ampie misure di protezione e igiene lungo l’intera catena di viaggio per fornire ai nostri ospiti il miglior supporto possibile e dare loro una sensazione di sicurezza, dalla pianificazione del loro viaggio al loro arrivo a destinazione”.

AIRBUS: IL SATELLITE SENTINEL-2A COMPIE 5 ANNI IN ORBITA – Sentinel-2A ha orbitato attorno alla Terra più di 26.000 volte e ha percorso quasi 1,2 miliardi di chilometri nella sua ricerca per aiutare a capire e gestire meglio l’ambiente. Dal suo lancio il 23 giugno 2015, il satellite Copernicus Sentinel-2A costruito da Airbus ha fornito immagini ottiche ad alta risoluzione per molti servizi e applicazioni, compresa la gestione agricola e forestale. Insieme al suo satellite gemello Sentinel-2B lanciato il 7 marzo 2017, la missione è diventata la più utilizzata dell’intera Copernicus satellite family, con oltre il 60% di tutti i download di Copernicus provenienti da Sentinel-2 dall’inizio delle operazioni. Entrambi i satelliti Copernicus Sentinel-2 portano un innovativo wide swath high-resolution multispectral imager (MSI), anch’esso costruito da Airbus, che copre 13 bande spettrali per l’imaging dettagliato delle masse terrestri e della vegetazione terrestre. La missione fornisce informazioni per applicazioni come il monitoraggio agricolo e forestale o per aiutare a gestire la sicurezza alimentare. Oltre a monitorare la crescita delle piante, Sentinel-2 può essere utilizzato per mappare i cambiamenti nella copertura del suolo e per monitorare le foreste del mondo. Fornisce inoltre informazioni sull’inquinamento nei laghi e nelle acque costiere. Nel 2019 la missione ha consegnato quasi 390 TB al mese, utilizzando l’European Data Relay System (EDRS) di proprietà e gestito da Airbus per trasmettere dati a terra. Mentre Sentinel-2A celebra il suo quinto anno in orbita, la prossima coppia di satelliti – Copernicus Sentinel-2C e -2D – sta prendendo forma nell’Airbus satellite integration centre in Friedrichshafen (Germany).