DELTA RIPRENDE ULTERIORI VOLI A LUGLIO – Con la riapertura delle economie e l’abolizione delle restrizioni alle frontiere, Delta aggiungerà quasi 1.000 voli a livello di sistema a luglio. Delta ha implementato diverse misure per offrire tranquillità ai clienti, tra cui la limitazione dei posti in cabina al 60% nella main cabin e al 50% in First Class, oltre a bloccare i middle seats fino al 30 settembre 2020. I clienti hanno anche la flessibilità di cambiare i loro piani senza costi per un anno, per i nuovi voli acquistati fino al 31 luglio. Anche con la modesta crescita della domanda, il programma di luglio di Delta sarà circa il 65% più piccolo rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, comprese riduzioni di circa il 60% per i viaggi interni negli Stati Uniti e di quasi l’85% per quelli internazionali. Delta continuerà ad aggiungere più connettività tra i principali mercati, con particolare attenzione ai principali hub come Atlanta, Detroit, Minneapolis e Salt Lake City. Riguardo i voli Trans Atlantici, Delta sta espandendo la propria attenzione sui voli hub-to-hub verso i mercati costieri, aggiungendo un servizio quadruplo settimanale da Boston ad Amsterdam e un servizio giornaliero da Seattle ad Amsterdam. Sarà riavviato anche il servizio da Detroit a Paris-Charles De Gaulle. Delta sta continuando il servizio esistente da Atlanta e Detroit a Londra-Heathrow, da Atlanta e New York-JFK a Parigi e il servizio da Atlanta, Detroit e JFK ad Amsterdam. Continuerà anche il servizio esistente da Atlanta a Francoforte e da New York JFK a Tel Aviv. Delta continua a operare un programma significativamente ridotto nella regione Asia-Pacifico, ma a luglio riavvierà il servizio settimanale da Los Angeles a Sydney. La compagnia aerea aggiungerà anche voli settimanali da Atlanta a Seoul-Incheon, completando il servizio esistente da Detroit e Seattle. Delta continuerà ad operare per Tokyo-Haneda da Detroit e Seattle. Delta opererà anche un servizio per Shanghai (via Incheon) sia da Detroit che da Seattle. Il servizio da ogni città opererà una volta alla settimana. Il programma rimane soggetto a modifiche a causa della natura in evoluzione di COVID-19, della domanda dei clienti, dei regolamenti governativi e delle linee sulla salute.

AIRBUS: PAYLOAD INNOVATIVO PER IL FARADAY-1 SATELLITE – Prometheus 1, next generation retaskable software defined radio payload, sviluppato da Airbus, sarà lanciato sul Faraday-1 cubesat dalla Nuova Zelanda il 3 luglio. La missione Faraday-1 fa parte dell’In Space Missions Ltd’s in-orbit demonstration programme. Prometheus 1 è una software defined radio, collegata a un’antenna UHF a 400 MHz, che può essere riprogrammata in orbita. Sarà in grado di rilevare il radio spectrum usage in tutto il mondo dall’orbita, effettuare il radar tracking del Faraday-1 satellite e identificare e localizzare i search and rescue beacons. Airbus sta collaborando con l’UK’s Defence Science and Technology Laboratory (DSTL) per promuovere maggiori collaborazioni tra PMI, governo e Airbus nello spazio. Airbus Defence and Space nel Regno Unito ha creato il programma Prometheus autofinanziato, per consentire il rapido sviluppo di payloads agili e innovativi, utilizzando la tecnologia per offrire capacità significative ai clienti. Basandosi sulla comprovata esperienza di Airbus nel lavorare con le PMI per creare nuove capacità e dimostrare concetti, il programma Prometheus ha sviluppato il payload per Faraday-1 in meno di tre mesi. Prometheus 1 dimostrerà il rilevamento di radiofrequenze passive in orbita, permettendo alla tecnologia di essere incorporata in missioni future in cui è probabile o possibile il tracciamento ostile di veicoli spaziali. Il team di Airbus sta promuovendo il programma Prometheus e una seconda missione è già in fase di sviluppo, con cubesats equipaggiati con RF and optical sensors, oltre che con inter satellite links. Prometheus 2 dovrebbe essere lanciato nella seconda metà del 2021.

SAS ANNUNCIA IL SUO PIANO DI RICAPITALIZZAZIONE – Come precedentemente annunciato da SAS, la pandemia di COVID-19 e le relative restrizioni ai viaggi hanno creato una crisi globale per l’industria aeronautica. SAS ha immediatamente implementato una vasta gamma di misure per ridurre radicalmente i costi a seguito del calo della domanda, che non dovrebbe ritornare ai livelli pre-COVID-19 prima del 2022. Il Board of Directors of SAS ha pertanto ha deciso un piano rivisto per affrontare gli effetti previsti della pandemia. Il piano include circa 4 miliardi di corone svedesi in miglioramenti dell’efficienza in tutte le parti del Gruppo entro il 2022. Tuttavia, né le ampie misure attuate finora né i miglioramenti dell’efficienza pianificata saranno da soli sufficienti per aiutare a ripristinare la posizione patrimoniale del Gruppo ai livelli pre-COVID-19, né contribuire a garantire il livello richiesto di finanziamento affinché SAS continui come fornitore chiave di importanti infrastrutture aeree scandinave. Alla luce di ciò, il Board ha deciso un piano di ricapitalizzazione che è supportato dai due maggiori azionisti della Società, i governi di Svezia e Danimarca (Major Shareholders) e il terzo maggiore azionista, la Knut and Alice Wallenberg Foundation (“KAW”). Il piano di ricapitalizzazione ha lo scopo di ripristinare l’equità di 14,25 miliardi di corone svedesi e garantire circa 12 miliardi di nuovi finanziamenti di corone svedesi. Il piano di ricapitalizzazione è soggetto alle necessarie approvazioni dell’assemblea generale. La partecipazione dei Major Shareholders è subordinata, tra l’altro, alla conversione delle obbligazioni in circolazione e delle note ibride in azioni ordinarie, all’approvazione da parte della Commissione europea e all’esenzione dall’obbligo di offerta obbligatoria da parte dello Swedish Securities Council. La partecipazione di KAW è subordinata alla partecipazione dei Major Shareholders. SAS è impegnata nel suo programma di sostenibilità in linea con le aspettative dei governi svedese e danese.

DELTA REINTRODUCE ALCUNE BEVANDE SUI VOLI DOMESTICI – A partire dal 2 luglio, i domestic First Class and Delta Comfort+ customers inizieranno a vedere birra e vino gratuiti su tutti i voli superiori a 500 miglia, mentre Delta inizia a reintrodurre le offerte di bevande per adulti dopo i recenti adeguamenti del servizio effettuati a marzo. I team Delta hanno ascoltato il feedback dei clienti e si sono consultati con i professionisti della salute prima di portare a bordo vino rosso e bianco a dose singola, nonché birra. “In linea con lo standard Delta Care, il nostro obiettivo è quello di servire tutte le nostre offerte di alimenti e bevande nel modo più sicuro possibile, sia per i nostri clienti che per i nostri dipendenti”, ha affermato Allison Ausband, Senior Vice President of In-Flight Service di Delta. “Siamo orgogliosi di ascoltare sempre i nostri clienti e sappiamo che la birra e il vino sono le bevande per adulti che i nostri clienti desiderano di più. Queste selezioni sono il primo passo verso un’offerta di bevande normalizzata, mentre continuiamo a mantenere la sicurezza dei clienti e dell’equipaggio al centro di tutto ciò che facciamo”. Gli assistenti di volo passeranno le lattine e le bottiglie monodose – che sono gratuite sia in First Class che Delta Comfort+ – utilizzando vassoi di servizio per ridurre al minimo i punti di contatto a bordo. Poiché le selezioni di birra e vino hanno un numero inferiore di punti di contatto rispetto ad altre opzioni di bevande per adulti e sono contenute individualmente, sono le prime a essere reintrodotte a bordo. Birra, vino e cocktail gratuiti restano a disposizione di tutte le cabine su rotte internazionali a lungo raggio.

DUE NUOVE ROTTE DOMESTICHE PER QANTAS – Qantas lancerà oggi due nuove rotte verso il Nuovo Galles del Sud, aiutando a riavviare il recupero post-COVID del settore turistico locale. Il primo volo Qantas tra Sydney e Byron Bay in 15 anni parte questa mattina e la compagnia aerea ha confermato che i suoi primi voli per Orange inizieranno il 20 luglio. Le rotte aggiuntive fanno parte del graduale aumento dei voli interni di Qantas e Jetstar, che potrebbero raggiungere il 40% dei livelli di capacità pre-Coronavirus questo mese. Inizialmente, entrambe le rotte erano previste per l’inizio di quest’anno, ma sono state ritardate a causa del Coronavirus e delle restrizioni di viaggio.

EMBRAER ANNUNCIA INVESTIMENTO IN TEMPEST – Embraer annuncia la firma di un contratto per un investimento di capitale in Tempest Security Intelligence, con conseguente partecipazione di maggioranza nella società. La più grande azienda di sicurezza informatica in Brasile, Tempest, si posiziona come fornitore di soluzioni complete per la protezione delle imprese nel mondo digitale. Con uffici a Recife, San Paolo e Londra, serve oltre 300 clienti in Brasile, America Latina ed Europa. Fondata a Recife nel 2000, Tempest è una delle società a ricevere un investimento dall’Aerospace Investment Fund (Fundo de Investimento em Participações Aeroespacial – FIP) creato da BNDES, FINEP, São Paulo Development Agency (DESENVOLVE SP) ed Embraer, il cui obiettivo è quello di rafforzare la aerospace, aeronautical, defense and security production chain. Attraverso il Fondo, Embraer ha beneficiato della partecipazione indiretta a Tempest dal 2016. “Siamo orgogliosi di annunciare questo investimento in Tempest, una società con grande competenza tecnica e presenza sul mercato internazionale”, ha affermato Jackson Schneider, Presidente e CEO di Embraer Defence & Security. “Embraer ha sempre incoraggiato lo sviluppo di una national chain per l’industria aeronautica e della difesa in Brasile e una delle nostre priorità è concentrarsi sul segmento della sicurezza informatica”. Rafforzata dall’investimento di Embraer, Tempest continuerà come società autonoma, mantenendo il suo brand e il suo team di partner e leader. La conclusione dell’operazione dipende dall’adempimento di alcune condizioni standard e delle approvazioni necessarie per questo tipo di transazione.

LEONARDO: NUOVA EMISSIONE OBBLIGAZIONARIA DEDICATA AGLI INVESTIRORI ISTITUZIONALI – Leonardo SpA ha dato mandato ad un gruppo di primarie banche internazionali di procedere con una nuova emissione obbligazionaria rivolta esclusivamente a investitori istituzionali, che sarà collocata sull’Euromercato ed emessa nell’ambito del Programma Euro Medium Term Notes.
La presentazione a supporto sarà resa disponibile sul sito web della Società (www.leonardocompany.com) nella sezione Investitori.

NUOVO GENERAL COUNSEL IN IATA – L’International Air Transport Association (IATA) ha annunciato che Karen Clayton ha assunto le funzioni di General Counsel oltre alle sue responsabilità di Corporate Secretary, in vigore dal 1° luglio 2020. Jeff Shane si è ritirato come General Counsel di IATA il 30 giugno 2020, dopo sette anni di servizio. “L’intero mondo dell’aviazione deve un enorme debito di gratitudine nei confronti di Jeff, che si è unito a IATA dopo una distinta carriera di 25 anni nel servizio pubblico e altri 15 anni nella pratica privata”, ha dichiarato Alexandre de Juniac, IATA’s Director General and CEO.