Dopo 24 anni Iberia saluta l’ultimo Airbus A340

Iberia A340L’Airbus A340-600 di Iberia, registrato come EC-JLE, il primo agosto ho effettuato il suo ultimo volo di linea, da Quito a Madrid, con 296 passeggeri e un equipaggio guidato dal Capitano Víctor Alegre Ramírez.

E’ l’ultimo A340 della flotta di Iberia a partire, per essere sostituito dai più moderni ed efficienti Airbus A350.

L’A340-300 è stato il primo Airbus quadrimotore di Iberia, entrato in servizio nel 1996. Tutti questi aerei sono stati chiamati come illustri donne spagnole.

Il capiente A340-300 aveva già fatto la storia nel 1993, battendo il record di lunghezza di un volo commerciale con il suo viaggio non-stop da Le Bourget in Francia ad Auckland, Nuova Zelanda, in 21 ore e 31 minuti.

Iberia ha prima operato i suoi Airbus A340 sui voli per le Isole Canarie e poi li ha utilizzati sulle rotte dalla Spagna a New York, Città del Messico, Bogotá, San Paolo e Santo Domingo. Nel gennaio 1998 hanno iniziato a volare tra Madrid e Santiago del Cile, un volo di 13 ore, la rotta più lunga di Iberia fino a quando non ha ripreso i voli per Tokyo nel 2016.

Nel 2003 gli A340-600 sono entrati a far parte della flotta Iberia e fino al 2011 sono stati gli aerei di linea più lunghi del mondo, 75,3 metri, vantando anche la più lunga autonomia, 14.600 km. Sono stati tutti chiamati con il nome di illustri uomini spagnoli.

Gli A340 di Iberia sono stati utilizzati anche per accelerare gli aiuti alle vittime dei disastri naturali che hanno devastato Guatemala, Cile ed Ecuador, e per portare 450 tonnellate di aiuti umanitari ad Haiti dopo il terremoto del 2010.

10 anni fa, nell’estate del 2010, gli A340 hanno portato la squadra spagnola, i funzionari e i tifosi ai Mondiali di calcio in Sud Africa, che la Spagna ha vinto.

A maggio 2014 un A340 è diventato il primo aereo Iberia a intraprendere un volo a lungo raggio con equipaggio esclusivamente femminile, da Madrid a San Paolo.

Un altro A340 ha aperto la nuova rotta di Iberia per Tokyo nel 2016.

(Ufficio Stampa Iberia – Photo Credits: Iberia)