Boeing lancia nuove Freighter Conversion Lines per soddisfare la forte domanda

737 NG BCF3Boeing ha annunciato oggi un ordine fermo da un cliente non identificato per due 737-800 Boeing Converted Freighter (BCF), nonché accordi per l’apertura di ulteriori linee di conversione a Guangzhou, Cina, e Singapore per soddisfare la forte domanda del mercato.

Basato sul popolare 737 Next-Generation, il 737-800BCF offre agli operatori una tecnologia più recente, un consumo di carburante inferiore e una maggiore affidabilità rispetto ad altri standard-body freighters. Utilizzato principalmente per trasportare merci espresse su rotte domestiche o di corto raggio, l’aereo è in grado di trasportare fino a 23,9 tonnellate (52.800 libbre) e volare fino a 2.000 miglia nautiche (3.750 chilometri).

Il 737-800BCF ha ora 134 ordini e impegni.

“Il freighter conversion program è un modo eccellente per raddoppiare la vita di un aereo e fornire agli operatori una via economica per sostituire i cargo meno efficienti”, ha affermato Ihssane Mounir, senior vice president of Commercial Sales and Marketing for Boeing. “Lavorando con i nostri partner per aumentare la freighter conversion capacity, non vediamo l’ora di soddisfare la forte domanda in questo segmento di mercato e di aiutare i nostri clienti a scalare le loro operazioni”.

La nuova 737-800BCF line presso Guangzhou Aircraft Maintenance Engineering Company Limited (GAMECO) dovrebbe aprire all’inizio del 2021, segnando la seconda conversion line della MRO per il 737-800BCF. Ad oggi, Boeing ha consegnato 36 737-800BCF a più di 10 operatori in quattro continenti.

“L’aggiunta della nuova linea di produzione dimostra la nostra capacità di rispondere rapidamente alle tendenze e ai requisiti del mercato ed è una testimonianza dell’abilità e della professionalità dell’intero team GAMECO-Boeing”, ha affermato Norbert Marx, GAMECO General Manager.

Boeing aggiungerà anche una seconda conversion line per il suo widebody converted freighter, il 767-300BCF, presso la ST Engineering facility in Singapore. L’apertura della seconda linea è prevista entro la fine dell’anno.

“Il nostro forte pool di talenti, la flessibilità operativa e l’infrastruttura esistente ci consentono di adattarci rapidamente alle esigenze del mercato in evoluzione e di fornire il supporto necessario ai nostri partner e clienti”, ha affermato Lim Serh Ghee, president (Aerospace) of ST Engineering. “Siamo orgogliosi della nostra partnership con Boeing e, con l’apertura di una linea aggiuntiva entro la fine dell’anno, non vediamo l’ora di continuare a fornire freighter conversions tempestive e di qualità”.

La Boeing 767 freighter family offre i costi operativi più bassi per viaggio e consente alle compagnie aeree di sviluppare nuove opportunità nei long-haul, regional and feeder markets. Il 767-300BCF ha praticamente la stessa cargo capability del 767-300F production freighter, con un massimo di 56,5 tonnellate (124.600 libbre) di payload, volando fino a 3.350 miglia nautiche (6.190 chilometri).

(Ufficio Stampa Boeing – Photo Credits: Boeing)