Boeing comunica i risultati del terzo trimestre

The Boeing Company ha registrato un fatturato nel terzo trimestre di $15,3 miliardi, trainato da un aumento del volume di aerei e servizi commerciali. La perdita GAAP per azione di ($0,19) e la perdita core per azione (non GAAP) di ($0,60) riflettono principalmente un volume commerciale più elevato. Boeing ha registrato un operating cash flow di ($0,3) miliardi.

“Stiamo guidando la stabilità nelle nostre operazioni, investendo nel nostro futuro e posizionando i nostri team in modo da offrire ai nostri clienti la ripresa del mercato”, ha affermato il presidente e amministratore delegato di Boeing, David Calhoun. “La domanda del mercato commerciale continua a guadagnare terreno con la distribuzione di vaccini su vasta scala e i protocolli di confine che iniziano ad aprirsi. In futuro, la capacità della catena di approvvigionamento e il commercio globale saranno i fattori chiave della nostra industria e della ripresa dell’economia in generale. Il nostro portafoglio in commercial, defense, space and services è ben posizionato e siamo concentrati sul miglioramento delle performance, promuovendo al contempo le tecnologie e le capacità di produzione digitale per guidare la nostra prossima generazione di prodotti e un futuro sostenibile”.

L’operating cash flow è migliorato a ($0,3) miliardi nel trimestre, riflettendo maggiori consegne commerciali, maggiori entrate per ordini e minori spese. Il flusso di cassa operativo è stato anche favorevolmente influenzato da un rimborso dell’imposta sul reddito di $1,3 miliardi nel trimestre.

La liquidità e gli investimenti in titoli negoziabili sono diminuiti a $20,0 miliardi, rispetto a $21,3 miliardi all’inizio del trimestre, principalmente a causa del rimborso del debito e dei deflussi di cassa operativi. Il debito è stato di $62,4 miliardi, in calo rispetto ai $63,6 miliardi all’inizio del trimestre a causa del rimborso del debito in scadenza.

Le entrate del terzo trimestre di Commercial Airplanes sono aumentate a $4,5 miliardi principalmente trainate da maggiori consegne di 737, parzialmente compensate da minori consegne di 787. Il margine operativo del terzo trimestre è migliorato al (15,5) percento principalmente a causa delle maggiori consegne.

Boeing sta continuando a fare progressi per il ritorno in servizio sicuro globale del 737 MAX. Dall’approvazione da parte della FAA per riportare in servizio il 737 MAX nel novembre 2020, Boeing ha consegnato più di 195 737 MAX e le compagnie aeree hanno riportato in servizio più di 200 aerei precedentemente a terra. 31 compagnie aeree stanno ora operando il 737 MAX, volando in sicurezza su 206.000 revenue flights per un totale di oltre 500.000 ore di volo (al 24 ottobre 2021). Il programma 737 sta attualmente producendo a un ritmo di 19 al mese e continua a progredire verso un tasso di produzione di 31 al mese all’inizio del 2022, la società sta valutando i tempi di ulteriori aumenti dei tassi.

L’azienda continua a concentrare le 787 production resources sulla conduzione di ispezioni e rilavorazioni e continua a impegnarsi in discussioni dettagliate con la FAA in merito alle azioni necessarie per riprendere la consegna. L’attuale tasso di produzione del 787 è di circa due aerei al mese. La società prevede di continuare a questo ritmo fino alla ripresa delle consegne, per poi tornare a cinque al mese nel tempo. Si prevede che i bassi tassi di produzione e le rilavorazioni comporteranno circa $1 miliardo di costi anomali, di cui $183 milioni registrati nel trimestre.

Commercial Airplanes ha ottenuto ordini per 70 737 MAX, 24 freighter e 12 787. Commercial Airplanes ha consegnato 85 aerei durante il trimestre e il backlog includeva oltre 4.100 aerei per un valore di $290 miliardi.

Le entrate nel terzo trimestre di Defense, Space & Security sono diminuite a $6,6 miliardi e il margine operativo del terzo trimestre è sceso al 6,6%, principalmente a causa di un addebito di $185 milioni sul Commercial Crew program guidato dal secondo test di volo orbitale senza equipaggio ora previsto nel 2022 e l’ultima valutazione del lavoro rimanente.

Nel corso del trimestre, Defense, Space & Security si è aggiudicata cinque velivoli P-8A Poseidon per la Marina tedesca e quattro elicotteri CH-47F Block II Chinook per l’esercito degli Stati Uniti. Defense, Space & Security ha anche effettuato il rifornimento aereo senza equipaggio con MQ-25 di un E-2D e F-35C della Marina degli Stati Uniti e ha consegnato un totale di 37 velivoli durante il trimestre, incluso il primo CH-47F Chinook alla Royal Australian Army.

L’arretrato di Defense, Space & Security è di $58 miliardi, di cui il 33% rappresenta ordini da clienti al di fuori degli Stati Uniti.

Le entrate nel terzo trimestre di Global Services sono aumentate a $4,2 miliardi e il margine operativo del terzo trimestre è aumentato al 15,3% principalmente grazie a un maggiore volume di servizi commerciali.

Durante il trimestre, Global Services ha acquisito ordini per 12 ulteriori 737-800 converted freighters per BBAM, un award for performance-based logistics support per la global C-17 fleet e un modification award for Chinook infra-red suppression systems per le U.K. Armed Forces. Global Services ha inoltre annunciato una partnership per espandere la capacità per i 767-300 Boeing Converted Freighters ed è stata selezionata per fornire training alla United Aviate Academy.

Il presidente e CEO di Boeing, Dave Calhoun, ha condiviso un messaggio con i dipendenti, commentando i risultati del terzo trimestre.

“Mentre condividiamo un aggiornamento sulle prestazioni della nostra azienda oggi, voglio ringraziarvi per la vostra resilienza e dedizione. Il nostro mercato commerciale sta mostrando segnali di ripresa migliorati con la distribuzione dei vaccini e i protocolli di frontiera che iniziano ad aprirsi. Con il ritorno della domanda, la capacità della catena di approvvigionamento e il commercio globale saranno fattori chiave della nostra industria e della ripresa dell’economia globale.

Nel terzo trimestre, abbiamo registrato il nostro secondo utile positivo consecutivo dalle operazioni, a dimostrazione che la nostra ripresa sta prendendo piede. Sebbene i progressi siano incoraggianti, abbiamo anche registrato oneri e spese che hanno avuto un impatto negativo sui risultati, rafforzando l’importanza dei nostri sforzi per migliorare le nostre prestazioni e guidare la stabilità nelle nostre operazioni.

Mentre affrontiamo questo momento cruciale per Boeing, stiamo intraprendendo azioni significative per rafforzare l’eccellenza ingegneristica, migliorare la qualità e guidare la stabilità in tutto il nostro sistema di produzione e nella catena di approvvigionamento. Questi sforzi spesso ci aiutano a identificare dove possiamo migliorare. Sebbene ciò possa influire sui risultati a breve termine, dimostra la nostra incessante attenzione alla sicurezza, alla qualità e alla salute a lungo termine della nostra attività.

Ad esempio, in Commercial Airplanes sul programma 787, so che questo importante lavoro ha avuto un impatto sulle nostre consegne. Anche se non vogliamo mai deludere o causare ritardi ai nostri clienti, la qualità e la sicurezza vengono sempre al primo posto e sono orgoglioso del nostro team per il lavoro dettagliato e rigoroso che stanno completando per garantire il rispetto degli standard più elevati, comunicando in modo trasparente con i nostri regolatori, clienti e fornitori. Sebbene questo sforzo abbia ridotto le entrate nel trimestre e determini un aumento delle spese, queste azioni sono essenziali per rafforzare la salute a lungo termine del programma e ci stanno preparando per una crescita e un successo sostenuti con il ritorno della domanda del mercato.

Questa stessa attenzione ha iniziato a dimostrarsi sul 737 MAX. Durante il terzo trimestre, abbiamo consegnato 62 737, la cifra più alta dal primo trimestre del 2019. Dall’approvazione della FAA per riportare il 737 MAX in servizio, abbiamo consegnato più di 195 737 MAX e le compagnie aeree hanno riportato in servizio più di 200 aerei precedentemente a terra, volando in sicurezza per più di 500.000 ore di volo. Anche la domanda rimane forte e abbiamo ottenuto otto mesi consecutivi di ordini netti positivi, in gran parte guidati dal 737. Per soddisfare questa domanda, ora stiamo producendo a un ritmo di 19 aeroplani al mese e prevediamo di aumentare costantemente tale tasso a 31 al mese all’inizio del 2022.

Allo stesso modo, stiamo aumentando la produzione di cargo e la capacità di conversione per soddisfare la domanda robusta e in rapida crescita a causa dell’aumento dell’e-commerce. Questo trimestre abbiamo ricevuto 24 ordini per freighter aggiuntiv, e tra gli ordini nuovi e quelli convertiti quest’anno, abbiamo già superato il più alto conteggio annuale di freighter orders nella nostra storia.

Global Services ha avuto un altro trimestre forte con ricavi e guadagni migliorati, poiché il team continua a lavorare e a riprendersi dagli impatti del COVID-19.

Anche Defense, Space and Security ha continuato a raggiungere traguardi chiave.

Mentre ci concentriamo sulla fornitura per i nostri clienti, stiamo anche avanzando tecnologie e capacità di produzione digitale per guidare la nostra prossima generazione di prodotti e un futuro più sostenibile. Stiamo progredendo nello sviluppo di diversi programmi chiave di difesa e negli sforzi di sviluppo e certificazione del 737-7, 737-10 e 777X. Stiamo anche valutando i tempi di una versione cargo del 777X e stiamo iniziando a gettare le basi per il nostro prossimo programma di sviluppo di aerei commerciali.

Mentre navighiamo insieme attraverso la pandemia, garantire la salute e la sicurezza della nostra forza lavoro globale rimane una priorità fondamentale. Le azioni che abbiamo intrapreso, inclusa l’implementazione di nuove misure di sicurezza, l’ampliamento dell’accesso ai vaccini e alle risorse sanitarie e l’adattamento del nostro approccio al lavoro virtuale, hanno contribuito a supportare le nostre persone, il nostro settore e le nostre comunità”.

(Ufficio Stampa Boeing)