Bombardier riporta i risultati del terzo trimestre 2021

Bombardier ha annunciato oggi i risultati finanziari per il terzo trimestre 2021. La società è soddisfatta della continua esecuzione delle sue iniziative strategiche, della generazione di flussi di cassa e dello slancio degli ordini che guidano i risultati finanziari del trimestre. Bombardier ha anche sottolineato che durante il terzo trimestre la società ha riscattato le scadenze del debito fino a dicembre 2024, una pietra miliare nel suo piano di riduzione dell’indebitamento.

“Il team Bombardier ha ancora una volta realizzato un solido trimestre, una conferma che quest’anno si preannuncia significativamente migliore del precedente”, ha affermato Éric Martel, President and Chief Executive Officer, Bombardier. “Il nostro unit book-to-bill ratio rimane molto buono, contribuendo a un aumento significativo del nostro portafoglio ordini. Questo slancio si è anche tradotto in un solido aumento della redditività, con un adjusted EBITDA margin che si avvicina al 10% in questo trimestre”.

“Stiamo mantenendo costantemente ciò che ci siamo prefissati di fare, soprattutto quando si tratta di ridurre l’indebitamento. Grazie al duro lavoro del nostro eccezionale team, abbiamo liberato la debt maturity runway come previsto”, ha aggiunto Martel. “Come fantastico finale del trimestre, un grande momento per il nostro settore, abbiamo lanciato il nostro nuovo jet Challenger 3500 il mese scorso. L’accoglienza estremamente positiva e i primi forti ordini per il nuovo velivolo sono la prova evidente che siamo stati in grado di apportare un valore significativo ai clienti attraverso investimenti misurati e disciplinati”.

I business jet revenues di 1,4 miliardi di dollari sono aumentati del 17% anno su anno, spinti principalmente da un migliore mix di consegne, con consegne più elevate di aeromobili di grandi dimensioni. La società ha anche registrato un aumento dei ricavi di 76 milioni di dollari dai business aircraft services. Ciò è dovuto principalmente all’aumento delle ore di volo della flotta che hanno ormai superato i livelli del 2019, un chiaro segnale che il settore è in ripresa dallo shock globale causato dalla pandemia COVID-19. I livelli di fiducia all’interno del settore sono a un nuovo massimo storico, indicativo dell’aumento dei livelli di vaccinazione e dell’allentamento delle restrizioni di viaggio. Negli Stati Uniti, l’utilizzo dei business jet è aumentato del 42,5% anno su anno per i primi otto mesi dell’anno. In Europa, l’utilizzo dei business jet è aumentato del 27,1% anno su anno nei primi nove mesi dell’anno.

Bombardier ha riportato un adjusted EBITDA di 142 milioni di dollari (9,8% adjusted EBITDA margin), che rappresenta un miglioramento anno su anno di 58 milioni di dollari o del 69%. L’azienda attribuisce questo a un migliore mix di aeromobili, ai continui progressi sulla curva di apprendimento degli aeromobili Global 7500 e ai miglioramenti della struttura dei costi. Il reported EBIT from continuing operations per il trimestre è stato di 48 milioni di dollari.

Aumento del portafoglio ordini di circa 500 milioni di dollari, a 11,2 miliardi di dollari, grazie al continuo forte slancio degli ordini.

Per il secondo trimestre consecutivo la società sta assistendo a un miglioramento della generazione di free cash flow (FCF). Il FCF di 100 milioni di dollari from continuing operations rappresenta un miglioramento di 747 milioni di dollari anno su anno. Il risultato positivo è dovuto principalmente alla maggiore acquisizione degli ordini e ai migliori termini di pagamento sui nuovi ordini.

La società ha registrato una riduzione totale del debito di circa 3 miliardi di dollari dall’inizio del 2021 e ha cancellato, attraverso il rimborso o il rifinanziamento, le scadenze del debito fino a dicembre 2024. Questo rappresenta un’importante pietra miliare in una delle priorità chiave di Bombardier quest’anno, poiché crea la possibilità di concentrarsi sulla propria operatività e stabilizzare il fabbisogno di liquidità. La liquidità pro-forma rimane forte a 1,9 miliardi di dollari.

Alla fine del terzo trimestre la società ha introdotto un importante aggiornamento alla sua piattaforma Challenger 350 più venduta, il Challenger 3500. Il nuovo velivolo rappresenta il culmine di un periodo di importante sviluppo del prodotto che ha visto Bombardier introdurre tecnologie innovative e nuovi prodotti leader del settore.

Con un interno riprogettato che include il sedile Nuage brevettato di Bombardier come parte della configurazione standard dell’aeromobile e la prima voice-controlled cabin del settore, il nuovo Challenger 3500 eleva ulteriormente l’esperienza di cabina per soddisfare le crescenti aspettative dei clienti. L’entusiastico benvenuto che il modello ha ricevuto al primo evento post-pandemia della National Business Aviation Association all’inizio di questo mese è una prima conferma di ciò, così come un ordine fermo di 20 velivoli annunciato nel terzo trimestre.

Le attività di test di volo e certificazione per il Challenger 3500 stanno procedendo nei tempi previsti, con l’entrata in servizio prevista nella seconda metà del 2022.

(Ufficio Stampa Bombardier)