Air Canada riporta i risultati del terzo trimestre 2021

Air Canada ha annunciato i risultati finanziari del terzo trimestre 2021.

Ricavi operativi pari a $2,103 miliardi, che rappresentano quasi tre volte i ricavi operativi di $757 milioni nel terzo trimestre 2020.

EBITDA negativo, esclusi gli special items, di $67 milioni rispetto all’EBITDA negativo (esclusi special items) di $554 milioni nello stesso trimestre 2020. Perdita operativa di $364 milioni, rispetto a una perdita operativa di $785 milioni nel terzo trimestre 2020.

Net cash flow di $153 milioni, circa $520 milioni in più rispetto al midpoint della net cash burn guidance fornita per il trimestre.

Record cargo revenues, superando il miliardo di dollari da inizio anno.

Unrestricted liquidity di circa $14,4 miliardi al 30 settembre 2021.

“Siamo incoraggiati dalle entrate favorevoli e dalle tendenze del traffico nel terzo trimestre, con forti aumenti nei principali segmenti passeggeri, prestazioni record per il cargo e miglioramenti significativi sia in Air Canada Vacations che in Aeroplan. La combinazione di questi fattori, insieme a costi effettivi controllati, ha portato a un Net cash flow di 153 milioni di dollari per il trimestre, sostanzialmente migliore del previsto”, ha affermato Michael Rousseau, President and Chief Executive Officer of Air Canada.

“Un altro importante risultato è stata la serie di operazioni di finanziamento completate ad agosto, che ci hanno consentito di abbassare il costo del prestito, estendere le scadenze del nostro debito e aumentare i proventi lordi di circa 7,1 miliardi di dollari. Di conseguenza, alla fine del terzo trimestre 2021, Air Canada aveva circa $9,5 miliardi di liquidità disponibile nel suo bilancio.

Dall’inizio dell’anno abbiamo richiamato più di 10.000 dipendenti. Abbiamo ampliato i servizi negli Stati Uniti e lanciato nuove rotte, come ad esempio il Cairo. Abbiamo anche annunciato l’espansione dei nostri servizi in India e Sud America, nonché il ritorno la prossima estate di destinazioni stagionali popolari come Barcellona, Venezia, Nizza e Reykjavik. Per supportare il ripristino della nostra rete, abbiamo annullato la nostra decisione di cancellare due ordini di aeromobili Airbus A220 e stiamo accelerando le consegne di nuovi aeromobili Boeing 737 MAX”.

Nel terzo trimestre del 2021 Air Canada ha deciso di procedere all’acquisto di altri due Airbus A220-300 da consegnare nel 2024. Questi due aeromobili fanno parte dei 12 Airbus A220-300 che Air Canada aveva precedentemente determinato di non acquistare in base a un emendamento al contratto di acquisto concluso con Airbus Canada Limited Partnership nel novembre 2020.

Successivamente, nell’ottobre 2021, Air Canada ha raggiunto un accordo con Boeing per accelerare la consegna di quattro Boeing 737 MAX nel quarto trimestre del 2021, per un totale di sette consegne nel 2021. I restanti nove Boeing 737 MAX dovrebbero ora essere consegnati entro la fine del secondo trimestre del 2022, raggiungendo un totale di quaranta Boeing 737 MAX nella flotta narrow body.

Air Canada prevede di aumentare la ASM capacity del quarto trimestre 2021 di circa il 135% rispetto allo stesso trimestre del 2020. Rispetto allo stesso periodo del 2019, la ASM capacity del quarto trimestre dovrebbe diminuire di circa il 47%.

Alla luce della transizione verso un ambiente post-pandemia e coerentemente con la pratica del settore, Air Canada non fornirà indicazioni sulla net cash burn guidance.

Air Canada continuerà ad adeguare la capacità e ad adottare altre misure secondo necessità, anche per tenere conto della domanda passeggeri, delle linee guida sulla salute pubblica e delle restrizioni di viaggio a livello globale, nonché di altri fattori, come l’inflazione e altre pressioni sui costi.

(Ufficio Stampa Air Canada)