Gulfstream firma il ‘Clean Skies for Tomorrow’ 2030 Ambition Statement

Gulfstream Extends Contract For Low Carbon Sustainable Aviation Fuel 20200914Gulfstream Aerospace Corp. ha annunciato di aver firmato il World Economic Forum’s Clean Skies for Tomorrow 2030 Ambition Statement, basandosi sull’impegno dell’azienda per la sostenibilità nel settore dell’aviazione. Gulfstream è il primo produttore di business aircraft a firmare la dichiarazione ed è da tempo leader nell’uso di Suatainable Aviation Fuel (SAF).

Sviluppata dal Clean Skies for Tomorrow Coalition Steering Committee, la dichiarazione è una dichiarazione di intenti per accelerare la fornitura e l’uso delle tecnologie SAF per raggiungere il 10% della global jet aviation fuel supply entro il 2030.

“Per più di 60 anni, Gulfstream ha portato avanti l’aviazione d’affari, stabilendo gli standard per le prestazioni, l’innovazione, la sicurezza e il comfort”, ha affermato Mark Burns, presidente di Gulfstream. “Il Clean Skies for Tomorrow 2030 Ambition Statement è un invito all’azione per aumentare l’offerta e l’uso di SAF. Ci impegniamo a continuare a utilizzare e promuovere il SAF. Speriamo che la nostra firma e la concentrazione su questo ambizioso obiettivo sia seguita da molti altri produttori”.

L’attenzione di Gulfstream sulla sostenibilità si espande oltre al SAF e include la modernizzazione delle strutture di produzione e assistenza. L’azienda ha concentrato i suoi sforzi per la sostenibilità intorno a tre aree prioritarie: energy and emissions; operations and culture; learning.

Dal 2016 Gulfstream ha acquistato più di 1,4 milioni di galloni di SAF e ha volato più di 1,5 milioni di miglia nautiche con SAF. Nel luglio 2021 Gulfstream è diventata la prima azienda a ottenere la National Aeronautic Association’s Sustainable Wings certification, che riconosce i record di velocità stabiliti utilizzando SAF.

Gulfstream si impegna a ridurre l’impatto ambientale sia nell’aria che nelle sue strutture. Più edifici hanno ricevuto la U.S. Green Building Council’s (USGBC) Leadership in Energy and Environmental Design (LEED) Silver certification, e uno è certificato BREEAM, per un totale di 2,2 milioni di piedi quadrati di edifici verdi. Dal 2014, la metratura totale dell’azienda è aumentata di oltre il 25% mentre le sue emissioni di carbonio sono diminuite del 10%. La struttura di Dallas di Gulfstream ha utilizzato il 100% di energia rinnovabile attraverso l’acquisto di crediti di energia rinnovabile dal 2018.

“Il continuo impegno di Gulfstream per la sostenibilità è semplicemente la cosa giusta da fare per il nostro ambiente, le nostre comunità e i nostri clienti, ed è cruciale per il nostro futuro come azienda”, ha affermato Burns. “Siamo orgogliosi di essere leader in questa importante iniziativa e ci impegniamo a fare la nostra parte per garantire un futuro migliore”.

Gulfstream ha firmato un contratto di acquisto pluriennale per utilizzare SAF nel 2015, il primo del suo genere nell’aviazione d’affari. L’accordo è stato esteso nel 2020. Da marzo 2016, Gulfstream ha utilizzato il SAF per la sua flotta con sede a Savannah, che comprende corporate, demonstration, completion, Customer Support and flight test aircraft. Gulfstream ha recentemente stabilito due nuovi city pair records con il nuovo G700 utilizzando una miscela 30/70 di SAF. Per gallone, il SAF ha una carbon footprint su lifecycle basis inferiore almeno del 60% rispetto al jet fuel convenzionale.

Riguardo gli edifici sostenibili, Gulfstream Aerospace Corp. ha annunciato inoltre che costruirà un nuovo aircraft service center al Phoenix-Mesa Gateway Airport, la sua prima struttura in Arizona. Si prevede che la nuova struttura di 225.000 piedi quadrati, un investimento di oltre 70 milioni di dollari, otterrà la certificazione LEED Silver e amplierà le capacità di manutenzione, riparazione e revisione (MRO) di Gulfstream negli Stati Uniti occidentali. L’apertura della nuova struttura è prevista per il 2023.

L’Arizona service center integra la crescente rete di assistenza clienti Gulfstream in tutto il mondo e segue le recenti espansioni a Savannah, Georgia; Van Nuys, California; Fort Worth, Texas; Palm Beach, Florida; Appleton, Wisconsin; Farnborough, Inghilterra. La flotta in servizio dell’azienda ammonta a quasi 3.000 velivoli in tutto il mondo e questo ultimo annuncio arriva dopo l’introduzione di due nuovi aeromobili, il large-cabin Gulfstream G400 e il Gulfstream G800, world’s longest-range business aircraft.

“Nell’ultimo decennio, con la crescita della nostra flotta, abbiamo investito per creare una rete di strutture moderne per fornire ai nostri clienti un servizio e un supporto eccezionali quando e dove ne hanno bisogno”, ha affermato Mark Burns, presidente di Gulfstream. “Il modo in cui Gulfstream serve i nostri clienti è importante per noi tanto quanto le prestazioni dei nostri aerei. L’aggiunta del nostro nuovo centro servizi a Mesa ci offre una struttura aggiuntiva negli Stati Uniti occidentali e rappresenta il nostro impegno a garantire che i nostri clienti non solo acquistino il meglio al mondo, ma ricevano anche il miglior servizio al mondo”.

La nuova struttura comprenderà hangar space, back shops, employee and customer offices. Oltre alla prevista certificazione LEED Silver, Gulfstream sta progettando la struttura pensando alle operazioni sostenibili. Sarà caratterizzata da una fuel farm con dedicated sustainable aviation fuel (SAF) supply; impianti idraulici a basso flusso; Illuminazione a LED; sistemi di gestione degli edifici e un sistema HVAC ad alta efficienza energetica. I progettisti stanno anche incorporando luci controllate da sensori di presenza, un tetto bianco per riflettere il calore, piante autoctone e paesaggi a bassa domanda d’acqua. Gulfstream sta inoltre collaborando con l’autorità aeroportuale per esplorare l’utilizzo di energia verde per l’impianto elettrico e l’installazione di pannelli solari in loco.

(Ufficio Stampa Gulfstream – Photo Credits: Gulfstream)