I Boeing 777 e A380 di Emirates, insieme ai vettori degli Emirati Arabi Uniti, inaugurano l’apertura del Dubai Airshow

Dubai Airshow AperturaI Boeing 777 e A380 di Emirates, insieme agli aerei dei vettori degli Emirati Arabi Uniti Etihad, flydubai e Air Arabia, hanno solcato i cieli in uno spettacolare flypast questo pomeriggio, dando il via all’edizione 2021 del Dubai Airshow. Gli aerei sono stati raggiunti da sette membri dell’UAE’s air display team, Al Fursan, con le loro tipiche scie di fumo nei colori degli Emirati Arabi Uniti: rosso, nero e verde.

Insieme, il flypast è stato un inizio colorato per il flying display programme del Dubai Airshow e ha celebrato i progressi e la leadership degli Emirati Arabi Uniti nell’aviazione civile e nell’aerospazio.

L’Emirates B777-300ER display aircraft era decorato con la ‘United Arab Emirates 50’ livery, che celebra il Giubileo d’Oro degli Emirati Arabi Uniti. L’Emirates A380 presentava la livrea ‘Expo 2020 Dubai’ con gli speciali messaggi “Dubai Expo” e “Be Part of the Magic” che attraversavano entrambi i lati della fusoliera.

Lo speciale fly-passato è iniziato con un Etihad 787 che ha volato a un’altitudine di soli 700 piedi, accompagnato dal team Al Fursan. Un Boeing 777 di Emirates, che si librava sopra la folla a poco più di 900 piedi, è stato seguito da un A380 a 1.100 piedi, da un Air Arabia A320 a 1.300 piedi e da un Boeing 737 flydubai a 1.500 piedi, segnando l’inizio del Dubai Airshow. La separazione verticale tra tutti i velivoli era di 200 piedi.

La formazione commerciale è stata poi seguita da una formazione militare e tutti gli aerei hanno sorvolato la pista del Dubai World Center (DWC).

Gli aerei Emirates erano operati da comandanti e primi ufficiali esperti della compagnia aerea. Ai comandi del Boeing 777-300ER c’erano il capitano Ahmad Bin Huzaim, il capitano Michael Schreiber e il capitano Dave Kilian. Al comando dell’A380 c’era il capitano Mubarak Al Mheiri supportato dal capitano Christopher Gauci e dal capitano Alistair Reid.

La dimostrazione ha richiesto mesi di pianificazione approfondita e una solida collaborazione tra più parti interessate, tra cui numerosi team di Emirates e altri vettori degli Emirati Arabi Uniti, UAE Ministry of Defence, UAE Military, i piloti Emirates, Flight Operation Managers e Air Traffic Controllers, collaborando con il Dubai Airshow Flying Control Committee ed entrambe le autorità aeronautiche (DCAA e GCAA). I team hanno lavorato insieme su ogni elemento della rappresentazione aerea, tenendo conto degli air traffic patterns nelle diverse ore del giorno, delle aree sorvolate, oltre che delle condizioni meteorologiche e del vento.

(Ufficio Stampa Emirates – Photo Credits: Emirates)