Etihad amplia il programma di sostenibilità strategica unendo i leader del settore

Etihad Airways SustainabilityEtihad Airways ha firmato numerosi accordi di partnership e collaborazione con i principali produttori, fornitori e parti interessate dell’industria aeronautica al Dubai Airshow 2021, riunendo le principali organizzazioni dell’aviazione nell’ambito del suo programma strategico di sostenibilità per guidare la decarbonizzazione, creando la più completa multi-organisational partnership per ridurre le emissioni di CO2 a livello globale.

Il programma di sostenibilità della compagnia aerea, che fino ad oggi si è concentrato sulla flotta della compagnia di Boeing 787 dotati di motori da GEnX nell’ambito del programma Greenliner, sarà ora integrato da un programma simile incentrato sulla massimizzazione delle opportunità presentate dall’inclusione dell’Airbus A350 con motore Rolls Royce XWB in flotta. Il primo degli A350 di Etihad, lanciato al Dubai Airshow come “Sustainability50”, porta una livrea unica “UAE50” in riconoscimento del 50° anniversario della federazione degli Emirati Arabi Uniti e dell’impegno della compagnia aerea verso l’obiettivo 2050 di net-zero carbon emissions.

Il lavoro di Etihad con partner tra cui Boeing, GE, Airbus e Rolls Royce supporta gli obiettivi strategici dell’organizzazione di raggiungere una riduzione del 20% dell’intensità delle emissioni nella sua flotta passeggeri entro il 2025, ridurre le emissioni nette del 2019 del 50% entro il 2035 e raggiungere emissioni nette pari a zero entro il 2050.

Parlando al Dubai Airshow, Tony Douglas, Group Chief Executive Officer, Etihad Aviation Group, ha riconosciuto che l’unione di questi attori del settore per la decarbonizzazione è un passo avanti unico e importante per l’industria: “Non c’è una silver bullet per questo, nessun atto ovvio che fornirà una soluzione. Richiederà la combinazione e la somma di molte diverse organizzazioni e governi che lavorano insieme per piccoli miglioramenti incrementali. I governi e le autorità di regolamentazione devono aiutare l’industria a guidare l’innovazione per soluzioni a lungo termine per la decarbonizzazione dell’aviazione. È necessario sostenere lo sviluppo di un approvvigionamento abbordabile e sufficiente di combustibili sostenibili. L’ottimizzazione delle rotte di volo sulle rotte più trafficate del mondo impedirebbe il rilascio nell’atmosfera di quantità incalcolabili di CO2. C’è una grande opportunità qui che non richiede alcuna nuova tecnologia per essere implementata e potrebbe essere implementata oggi se ci fosse una volontà. Nonostante l’impatto del Covid-19 sull’aviazione globale, il programma Greenliner di Etihad ha implementato iniziative chiave di sostenibilità nel 2020 e nel 2021 per testare e sviluppare soluzioni di decarbonizzazione a lungo termine per applicazioni commerciali. Grazie al successo del programma negli ultimi 2 anni e alla continua attenzione della compagnia aerea alla sostenibilità, Etihad ha rivisto i suoi obiettivi di riduzione di CO2 e si è impegnata a rimanere al 50% delle emissioni del 2019 mentre le operazioni di volo crescono nel mondo post-pandemia, sulla base della sua flotta di velivoli sostenibili ad alte prestazioni. Il Dubai Airshow nel 2021 ha visto il rinnovo del programma Greenliner”.

Stan Deal, president and chief executive officer of Boeing Commercial Airplanes, ha dichiarato: “La partnership è di fondamentale importanza per decarbonizzare il nostro settore e siamo onorati di lavorare fianco a fianco con Etihad per far progredire l’aviazione sostenibile. I nostri programmi di test di volo e altri sforzi congiunti negli ultimi due anni hanno chiaramente dimostrato il valore della collaborazione nel settore”.

Basato sulla flotta 787 di Etihad, il rinnovo odierno dell’accordo Etihad, Boeing e GE nell’ambito del programma Greenliner vedrà anche una rinnovata attenzione alla propulsione, esplorando nuove opportunità per testare le nuove tecnologie di GE Aviation e GE Digital che riducono le emissioni.

John Slattery, President and Chief Executive Officer of GE Aviation, ha dichiarato: “La decarbonizzazione è una sfida che l’intera industria aeronautica deve affrontare. L’unico modo in cui possiamo affrontarlo è con accordi come questo MoU con Etihad. Attraverso questo accordo, GE sarà in grado di testare tecnologie innovative che possono aiutare a ridurre le emissioni e aumentare il time on wing del nostro motore GEnx, a vantaggio di Etihad e di tutti i nostri clienti delle compagnie aeree”.

Douglas ha proseguito affermando: “Mentre continuiamo la nostra marcia verso l’aviazione sostenibile, sappiamo che non possiamo farlo da soli. Il programma Greenliner di Etihad è stato progettato come veicolo di collaborazione, riunendo con successo oltre 50 partner negli ultimi due anni. Mentre ora espandiamo quel programma con l’introduzione dell’A350 nell’ambito del programma Sustainability50, facciamo ancora una volta una chiamata alle armi, invitando più parti interessate dell’industria aeronautica ad aiutarci in questo percorso”.

La partnership di Etihad con Airbus stabilisce un quadro formale per collaborare per la sostenibilità in una serie di aree chiave della flotta A350 di Etihad, in linea con i rispettivi programmi di sostenibilità delle organizzazioni per migliorare le performance ambientali dell’aviazione. Le aree chiave per la collaborazione includono la promozione e la commercializzazione di Sustainable Aviation Fuel, la gestione dei rifiuti e del peso e lo sviluppo di analisi basate sui dati.

Mikail Houari, President Airbus Africa Middle East, ha dichiarato: “Airbus sta guidando il settore negli sforzi collettivi di decarbonizzazione necessari per la sostenibilità. L’Airbus A350 è il widebody di ultima generazione che offre vantaggi reali ad operatori come Etihad Airways. Minor consumo di carburante e minori costi operativi significano sostenibilità aziendale e migliori performance ambientali. Non vediamo l’ora di consolidare il nostro rapporto di lunga data con Etihad Airways”.

L’introduzione del motore Rolls-Royce XWB che equipaggia la flotta A350 è un’altra credenziale nella spinta di Etihad per operazioni sostenibili, data la rinomata fuel efficiency di questo motore moderno. L’accordo di Etihad con Rolls-Royce è costruito attorno alla massimizzazione dell’enorme potenziale di questo motore e oltre, mirando all’applicazione di tecnologie di elettrificazione e sistemi ibridi, insieme all’uso di motori elettrici per commuter aircraft e per l’emergente urban air mobility (UAMs) sector.

Chris Cholerton, President of Rolls-Royce Civil Aerospace, ha dichiarato: “Il nostro impegno per net zero emissions entro il 2050 può essere raggiunto solo lavorando in collaborazione con i nostri stimati clienti e le parti interessate. Il nostro rapporto di lunga data con Etihad Airways fornisce una base eccellente per costruire soluzioni innovative in grado di soddisfare le esigenze delle nuove tendenze nel settore dell’aviazione, mentre intraprendiamo lo stesso viaggio verso un settore sempre più sostenibile”.

La ricerca dell’aviazione sostenibile va oltre i produttori di aeromobili e motori e il lancio del programma di sostenibilità ampliato della compagnia aerea al Dubai Airshow ha incluso accordi con molti nuovi partner, sia all’interno che all’esterno del settore dell’aviazione.

Al Dubai Airshow del 2021 Etihad ha firmato accordi incentrati sulla sostenibilità con:

Etihad e Lufthansa Technik AG hanno firmato un Memorandum of Understanding (MoU) relativo a una partnership globale sull’esplorazione di soluzioni digitali destinata a ottimizzare ulteriormente la flotta della compagnia aerea e la gestione delle operazioni. Il campo di cooperazione comprenderà diversi prodotti della suite AVIATAR di Lufthansa Technik, leader del settore.

SATAVIA ed Etihad Airways hanno firmato un Memorandum of Understanding (MoU) per formare una partnership incentrata sulla riduzione dell’impronta di CO2 della compagnia aerea attraverso l’ottimizzazione avanzata della pianificazione dei voli. La collaborazione aiuterà a eliminare la creazione di aircraft-generated clouds, che rappresentano fino al 60% dell’impatto climatico totale dell’aviazione. In una prima prova al mondo mirata alla formazione di scie, le due compagnie hanno collaborato al volo sostenibile EY20 della compagnia aerea il 23 ottobre 2021.

Etihad e Tadweer (Abu Dhabi Waste Management Center) hanno firmato un Joint Project Development Agreement (JOP) sulle iniziative Waste to Fuel, nell’ambito degli obiettivi nazionali di deviare il 75% dei rifiuti dalle discariche entro il 2025 e del sector compliance con CORSIA, verso la decarbonizzazione attraverso l’utilizzo di combustibili per aviazione sostenibile. Il progetto cerca di esplorare il trattamento dei rifiuti solidi commerciali, industriali e urbani per alimentare la produzione e l’integrazione di una preziosa catena di approvvigionamento di biocarburanti nella regione. Quest’ultimo accordo con Tadweer rafforza la posizione della compagnia aerea sull’importanza dei carburanti per aviazione sostenibili e offre l’opportunità di coprire il 20% del fabbisogno di jet fuel di Etihad entro il 2026.

Etihad Airways e The Storey Group hanno firmato un Memorandum of Understanding (MoU). A seguito dell’operazione di Etihad Sustainable Flight, la compagnia aerea ha adottato una mangrovia per ogni passeggero a bordo del volo dal Jubail Mangrove Park di Abu Dhabi per supportare lo sviluppo di mangrove conversation projects nella nazione.

(Ufficio Stampa Etihad Airways – Photo Credits: Etihad Airways)