De Havilland Canada e ZeroAvia annunciano un MoU per lo sviluppo di un Hydrogen-Electric Engine Program per i Dash 8-400

Dash 8 ZeroaviaZeroAvia e De Havilland Canada hanno annunciato di aver stipulato un Memorandum of Understanding (MoU) per sviluppare un line-fit and retrofit program per i modelli di aeromobili di De Havilland Canada, utilizzando hydrogen-electric propulsion sia negli aeromobili nuovi che in quelli in servizio.

Come parte del MoU, De Havilland Canada emetterà opzioni per l’acquisto di 50 ZeroAvia hydrogen-electric engines. Tali opzioni saranno confermate una volta perfezionato l’accordo definitivo tra De Havilland Canada e ZeroAvia.

Le aziende intendono lavorare insieme a un service bulletin per il Dash 8-400 type certificate che offre lo ZeroAvia hydrogen-electric engine come line-fit option per i nuovi velivoli, oltre allo sviluppo di un OEM-approved retrofit program per gli aeromobili in servizio. Questo programma mirerà all’uso dello ZeroAvia 2MW+ powertrain (ZA2000) per Dash 8-400 aircraft.

Il Dash 8-400 è uno dei velivoli turboprop più affidabili, con oltre 625 velivoli consegnati ai clienti. La flotta globale di velivoli Dash 8-400 ha registrato oltre 11 milioni di ore di volo e trasportato oltre 550 milioni di passeggeri.

Come parte del programma, ZeroAvia svilupperà un flight demonstrator, con il supporto di De Havilland Canada, utilizzando un aereo Dash 8-400 per aiutare la certificazione e mostrare il potenziale operativo e commerciale del motore. L’intenzione è quella di identificare una rotta esistente adeguata utilizzando l’aeromobile, puntando all’entrata in servizio entro i prossimi cinque anni. ZeroAvia e De Havilland Canada intendono commercializzare congiuntamente velivoli alimentati da hydrogen-electric engines agli operatori con power-by-the-hour (PBH) support.

A ottobre ZeroAvia ha annunciato una development collaboration con Alaska Air Group, società madre di Alaska Airlines, per un hydrogen-electric powertrain in grado di far volare velivoli regionali da 76 posti per oltre 500 miglia nautiche, a partire dal dispiegamento iniziale in un full-size Dash 8-400.

ZeroAvia prevede di far volare un aereo da 19 posti utilizzando il suo ZA600 powertrain nelle prossime settimane in una configurazione ibrida (one conventional engine, one hydrogen-electric) prima di far volare lo stesso aereo utilizzando solo hydrogen-electric engines nel 2022 e ottenere la certificazione entro il 2024.

Nel suo programma ZA2000, ZeroAvia mira ad avere full thrust ground demonstrations della sua 1.8MW engine variant entro la fine del 2022. Da lì, l’azienda prevede la certificazione del suo ZA2000 powertrain per supportare velivoli da 40-80 posti, con un range potenziale superiore a 700 miglia nautiche – circa la distanza da Toronto ad Atlanta – entro il 2026, per poi estendersi agli aerei fino a 90 posti entro il 2027.

Val Miftakhov, Chief Executive Officer and Founder, ZeroAvia, ha dichiarato: “De Havilland Canada ha compiuto progressi significativi nella riduzione delle emissioni e ha dimostrato un grande impegno per un’aviazione più verde. Il passo successivo è quello di raggiungere vere zero-emission utilizzando hydrogen-electric engines. La partnership con De Havilland Canada pone ZeroAvia su un percorso definito per il line-fitting in nuovi airframes e segnala l’interesse degli OEM a passare alla propulsione certificata a emissioni zero il prima possibile”.

Dave Riggs, Chief Transformation Officer, De Havilland Aircraft of Canada, ha dichiarato: “De Havilland Canada crede fortemente nella hydrogen-electric technology come soluzione praticabile per la decarbonizzazione dell’aviazione. Siamo estremamente lieti di collaborare con ZeroAvia nello sviluppo di una propulsione rispettosa del clima come opzione per i nostri clienti in tutto il mondo”.

(Ufficio Stampa De Havilland Canada – Photo Credits: De Havilland Canada)