JETBLUE PRESENTA IL SUSTAINABLE TRAVEL PARTNERS PROGRAM – JetBlue ha annunciato il lancio del “JetBlue Sustainable Travel Partners” program, e i suoi clienti inaugurali, Biogen, Deloitte, ICF e Salesforce. E’ una suite di offerte per aiutare i corporate travel customers a ridurre le emissioni dei viaggi d’affari, soddisfando i propri obiettivi di sostenibilità aziendale. In linea con l’attenzione al cliente di JetBlue, la compagnia aerea si sta avvicinando al viaggio sostenibile fornendo ai suoi corporate travelers dati e risorse personalizzati per aiutarli a migliorare la sostenibilità dei loro viaggi. JetBlue ha una lunga storia di azioni significative e misurabili per ridurre il contributo dell’aviazione al cambiamento climatico e ora invita i suoi corporate partners a unirsi a questa missione. Il Sustainable Travel Partners program offre ai corporate partners le seguenti risorse: business travel emissions reduction grazie all’offerta di JetBlue generated sustainable aviation fuel (SAF) certificates; compensazione gratuita del carbonio su tutti i voli domestici operati da JetBlue; analisi e dati di viaggio personalizzati per rapporti sulle emissioni più accurati; consulenza e strumenti per la pianificazione personalizzata e la definizione degli obiettivi, per prendere decisioni di viaggio più sostenibili. JetBlue sta adottando misure coraggiose per affrontare le proprie emissioni. Nel 2020 JetBlue è diventata la prima compagnia aerea statunitense a compensare volontariamente le emissioni di CO2 su tutti i suoi voli domestici. Ad oggi, la compagnia aerea ha compensato oltre 6 milioni di tonnellate di CO2. JetBlue ha inoltre recentemente condiviso i piani per accelerare la sua transizione al SAF, con un accordo che porterà 67 milioni di galloni di SAF all’anno nel nord-est nell’arco di 10 anni, mettendo la compagnia aerea molto avanti per raggiungere il suo obiettivo di convertire il 10% del suo total fuel usage al SAF su blended basis entro il 2030. Il Sustainable Travel Partners Program rappresenta il prossimo passo, in quanto JetBlue lavora in collaborazione con i suoi numerosi partner per accelerare le soluzioni per decarbonizzare l’aviazione.

RYANAIR CHIUDE LA BASE DI FRANKFURT AM MAIN – Ryanair informa: “Ryanair ha confermato oggi (venerdì 7 gennaio) che chiuderà la sua base di Frankfurt Am Main il 31 marzo 2022, riassegnando i cinque aeromobili agli aeroporti che hanno risposto con tariffe aeroportuali inferiori per stimolare la ripresa del traffico. In una fase di ripresa post Covid, gli aeroporti devono incentivare la ripresa del traffico, purtroppo Francoforte invece di fornire incentivi alla ripresa del traffico, ha scelto di aumentare ulteriormente i prezzi, rendendo Francoforte non competitiva con gli aeroporti europei. Purtroppo tutti i piloti e l’equipaggio di cabina di Ryanair con base a Francoforte sul Meno hanno ricevuto oggi la notifica della chiusura della base alla fine di marzo 2022. Tutti gli equipaggi di volo possono assicurarsi posizioni alternative all’interno della rete Ryanair, dal momento che Ryanair sta guidando la ripresa post-Covid in Europa mentre accelera la crescita con la consegna di 210 velivoli. Tutti i passeggeri Ryanair interessati da queste cancellazioni di voli riceveranno notifiche e rimborsi nei prossimi giorni”. Il direttore commerciale di Ryanair, Jason McGuinness, ha dichiarato: “Siamo dispiaciuti di annunciare la chiusura della nostra base di Francoforte sul Meno alla fine di marzo 2022, ma non abbiamo alternative in risposta alla decisione dell’aeroporto di aumentare le sue tariffe aeroportuali, nonostante il crollo del traffico causato dal Covid-19. Operazioni efficienti e tariffe aeroportuali competitive forniscono le basi da cui Ryanair può fornire una crescita del traffico a lungo termine e una maggiore connettività per aeroporti e regioni. Ryanair continua a negoziare con successo i bassi costi a lungo termine richiesti dagli aeroporti per sostenere le tariffe basse leader del settore di Ryanair, che sta guidando la ripresa post-Covid in Europa”.

DELTA: IL METEO INVERNALE E LA VARIANTE OMICRON CONTINUANO A IMPATTARE LE OPERAZIONI – Delta informa: “Poiché il rigido clima invernale continua a ostacolare le operazioni di volo negli Stati Uniti, anche in alcuni dei più grandi hub di Delta, è ora in vigore un nuovo weather waiver per gli Stati Uniti nordorientali. La deroga riguarda tre hub Delta a Boston (BOS) e New York City (JFK, LGA) e 12 mercati serviti da Delta, inclusi i tre aeroporti dell’area di Washington (BWI, DCA e IAD). Le sfide che questo clima invernale porteranno a questi principali mercati, oltre al continuo impatto della variante omicron, dovrebbero portare a circa 200 cancellazioni giornaliere giovedì e venerdì tra Delta e Delta Connection, su oltre 4.000 partenze giornaliere attraverso il nostro sistema. Ci scusiamo con i clienti per l’interruzione dei loro piani di viaggio. Come sempre, il personale Delta sta lavorando in prima linea, a bordo, negli aeroporti e dietro le quinte presso l’Operations and Customer Center della compagnia aerea, per aiutare i nostri clienti ad arrivare dove devono essere nel modo più sicuro e rapido possibile, indipendentemente dalle circostanze. Quando si presentano problemi alle operazioni di volo e le cancellazioni – ultima risorsa quando tutte le opzioni per un volo sicuro e affidabile sono state esaurite – diventano necessarie, Delta mantiene la filosofia di apportare modifiche che avranno un impatto sul minor numero di clienti con i ritardi più brevi. Quando possibile, i team Delta si sforzano di cancellare i voli con sufficiente anticipo in modo che i clienti vengano avvisati quando possibile prima di arrivare in aeroporto. Riprenotiamo automaticamente i clienti con voli cancellati sul successivo miglior itinerario disponibile verso la loro destinazione finale. Per comode opzioni self-service, i clienti sono caldamente invitati a scaricare e utilizzare l’app Fly Delta o a visitare delta.com per controllare lo stato del volo e gestire la nuova prenotazione. Gli aggiornamenti possono anche essere inviati direttamente a un dispositivo mobile o tramite e-mail se questa opzione è selezionata durante la prenotazione o aggiunta in seguito”.

EASYJET: PRENOTAZIONI AUMENTATE DOPO LA RIMOZIONE DI ALCUNE TESTING RESTRICTIONS – Una nuova ricerca di easyJet in UK rivela che i britannici stanno pianificando più vacanze del solito nel 2022, nel tentativo di recuperare le esperienze di viaggio perse negli ultimi due anni a causa delle restrizioni. Più della metà dei britannici (55%) afferma di volersi concedere più di due vacanze quest’anno, il 50% afferma che nel 2022 andrà in ferie più del normale e un terzo prevede di spendere più di 1.000 sterline del solito per le loro vacanze nel 2022. La ricerca rivela anche che tra gli intervistati, giugno 2019 è stata l’ultima volta che la maggior parte degli inglesi è andata all’estero. Con due terzi dei britannici che preferiscono una vacanza al sole, non sorprende che la Spagna si sia rivelata la destinazione numero uno verso la quale i britannici vorrebbero viaggiare. I risultati dell’indagine su 2.000 vacanzieri arrivano dopo che il governo del Regno Unito ha confermato l’eliminazione dei pre-departure testing per coloro che tornano nel Regno Unito e il ritorno a un lateral flow test all’arrivo. Nelle ore successive all’annuncio del Governo UK, la compagnia aerea ha visto un aumento delle prenotazioni nel Regno Unito di quasi il 200% in media rispetto allo stesso periodo della scorsa settimana. I voli per le destinazioni spagnole Tenerife, Alicante, Malaga e Lanzarote si sono rivelati i più richiesti. La compagnia aerea ha recentemente messo in vendita oltre 1,1 milioni di posti aggiuntivi dal suo più grande aeroporto, Londra Gatwick, per l’estate 2022. La prossima estate sono ora disponibili ancora più posti da Gatwick verso destinazioni tra cui Alicante, Malaga, Nizza, Bordeaux, Corfù, Venezia, Milano, Funchal, Faro e Dubrovnik e anche Glasgow, Edimburgo e Jersey. Essendo la più grande compagnia aerea a Londra Gatwick, easyJet opererà 79 aerei dall’aeroporto nell’estate 22. Sophie Dekkers, Chief Commercial Officer di easyJet, ha dichiarato: “Sappiamo che quest’anno c’è una domanda repressa, cosa che continuiamo a vedere ogni volta che le restrizioni vengono rimosse. Questo sondaggio sottolinea ulteriormente il fatto che le persone vogliono recuperare il tempo perduto il prima possibile e quindi accogliamo con favore la decisione del governo di rimuovere i test pre-partenza per i viaggiatori, con solo la richiesta di un lateral flow test all’arrivo. Ciò renderà il viaggio molto più semplice, fiduciosi che i viaggi completamente privi di restrizioni torneranno presto”.

FORLI’ AIRPORT: NUOVI ORARI BIGLIETTERIA – Forlì Airport informa: “Da lunedì 10 gennaio la biglietteria dell’aeroporto resterà aperta nei seguenti giorni. Martedì dalle 10 alle 18; Giovedì dalle 10 alle 18; Domenica dalle 10 alle 18. Si comunica che secondo il decreto legge n. 229 del 30 dicembre 2021, da lunedì 10 gennaio 2022 fino alla cessazione dello stato d’emergenza, per viaggiare in aereo sarà obbligatorio avere il Green Pass Rafforzato (o Super Green Pass) e indossare la mascherina Ffp2”.