EMIRATES PRESENTERA’ LA SUA OFFERTA PREMIUM ECONOMY CLASS PRESSO ATM – Emirates presenterà la sua full Premium Economy cabin experience dal 9 al 12 maggio all’Arabian Travel Market 2022 (ATM). Si prevede che la principale fiera di viaggi e turismo della regione accoglierà 20.000 visitatori quest’anno, con il tema ‘The future of international travel and tourism’, e la presenza iconica di Emirates all’evento quest’anno sarà opportunamente a tema ‘The future is now’. Lo stand Emirates offrirà ai membri dell’industria dei viaggi e del turismo di oltre 112 paesi la possibilità di provare i prodotti esclusivi della compagnia aerea in ogni classe di cabina. Durante i quattro giorni di ATM, i dirigenti e i team commerciali di Emirates saranno allo stand della compagnia aerea con un fitto programma di incontri, cogliendo l’opportunità di fare rete e riconnettersi con i partner del settore turistico e stabilendo nuove partnership, in linea con il lavoro della compagnia aerea per aiutare l’industria a ricostruire meglio per il futuro. Il popolare Emirates Premium Economy seat che sarà esposto all’ATM offre più comfort, con spazio per le gambe fino a 40 pollici, una generosa reclinazione di 8 pollici e altri tocchi per i clienti. Inoltre, Emirates presenterà anche la sua Boeing 777-300ER game-changer First Class fully enclosed private suite, il Boeing 777 Business Class seat, la nuova generazione della A380 Onboard Lounge, insieme ad altri prodotti iconici come la First Class Shower Spa e la game-changer Economy Class seats.

NATO AIR POLICING: LA TASK FORCE AIR ICELAND RAGGIUNGE LA FOC – Nei giorni scorsi, la prontezza degli F-35A del 32° Stormo di Amendola rischierati presso la base aerea di Keflavik (leggi anche qui) e la gestione delle attività di intercettazione aerea secondo gli standard operativi previsti dalla NATO sono state testate da parte di un team di valutatori del Combined Air Operations Center (CAOC) di Uedem In Germania. L’esito positivo della valutazione, avvenuta il 30 aprile, in anticipo rispetto ai tempi previsti dalla NATO, ha consentito il conseguimento della Completa Capacità Operativa (Full Operational Capability – FOC) della Task Force Air Iceland, ossia la certificazione necessaria a garantire la sicurezza dei cieli islandesi nell’ambito delle attività di Air Policing. Il Tenente Colonnello Massimo Cervone, a capo del team di valutatori della NATO, ha consegnato al Comandante della Task Force Air, Colonnello Gianmarco Di Loreto, la certificazione della FOC, dando così ufficialmente avvio all’operazione “Northern Lightning III”. “Posso affermare con orgoglio che siamo riusciti a raggiungere questo traguardo in anticipo rispetto ai tempi previsti dalla NATO, senza alcun errore e con il cento per cento di prontezza. Tutto questo è stato possibile grazie ad un eccezionale lavoro di squadra di tutte le donne e gli uomini della Task Force Air – elemento primario dell’Aeronautica quando in Operazioni all’estero – e grazie al supporto di numerosi reparti dell’Arma Azzurra a supporto dell’Unità Operativa Fondamentale qui rischierata, l’F-35A. Da oggi, con i nostri velivoli e a quasi 100 anni dalla nascita dell’Aeronautica Militare, preserveremo l’integrità dello Spazio Aereo della NATO in tempo di pace, rafforzando l’attività di sorveglianza dei cieli dell’Islanda che, come noto, non possiede proprie capacità di difesa aerea”. Questo il commento del Comandante della Task Force Air. L’Aeronautica Militare è già stata impegnata in attività di Air Policing in Islanda nel 2013, 2017, 2018, 2019 e nel 2020. Proprio a Keflavik, nel 2019, è stato impiegato per la prima volta il velivolo F-35A in una missione di Air Policing concedendo all’Italia il privilegio di essere il primo paese dell’Alleanza ad impiegare in un’operazione NATO un aeroplano di 5ª generazione (Ufficio Stampa Aeronautica Militare).

TORNA LA RASSEGNA ‘IN VIAGGIO VERSO’ DELLA CAGLIARI AIRPORT LIBRARY – L’appuntamento negli spazi della biblioteca aeroportuale è per le 18.00 di martedì 10 maggio: Cristian Mannu presenterà il suo ultimo libro, ‘Ritratto di donna’, edito da Mondadori. L’incontro tra Cristian Mannu e il suo pubblico, moderato dallo scrittore Luca Masala, fa parte degli eventi ‘IN VIAGGIO VERSO’ organizzati dalla Cagliari Airport Library per promuovere il dibattito culturale attraverso la condivisione del viaggio interiore che, decollando dall’aeroporto, atterra su spazi e idee sempre diversi.

ETHIOPIAN TORNA A VOLARE A NOSY BE, MADAGASCAR – Ethiopian Airlines annuncia il ripristino dei collegamenti con Nosy Be, Madagascar a partire dal 14 Maggio con tre voli settimanali. Il volo Ethiopian ET0837, partirà dall’aeroporto internazionale di Addis Abeba Bole International alle 10.25, arrivando alle ore 04.10 all’Aeroporto Internazionale di Nosy Be-Fascene, da dove ripartirà alle 15.35 per arrivare all’ hub di Addis Abeba Bole International alle ore 19.35. In aggiunta ai 5 voli settimanali per Antananarivo, con questa meta Ethiopian opererà un totale di 8 voli settimanali per il Madagascar, fornendo numerose opzioni di viaggio ai suoi passeggeri. La compagnia serve oltre 127 destinazioni internazionali di cui 62 nel continente Africa. Dall’Italia Ethiopian opera da Milano Malpensa e da Roma Fiumicino con il Boeing 787-8 Dreamliner verso la capitale Addis Abeba con annesse coincidenze già operative. “Siamo ben consapevoli che molti dei nostri clienti attendevano il ripristino di questo volo. La loro voglia di tornare a volare e vistare destinazioni come Nosy Be è anche la nostra per una ripresa del turismo internazionale”, afferma Desiree Grech, Sales Manager in Italia.

NORWEGIAN: TRAFFICO IN AUMENTO AD APRILE – I dati sul traffico di Norwegian per aprile hanno mostrato che Norwegian ha trasportato circa il 50% in più di passeggeri rispetto al mese precedente. “1,4 milioni di passeggeri hanno scelto di volare con Norwegian ad aprile. Questo è più del doppio rispetto a due mesi fa e sono lieto di vedere che la domanda di viaggi aerei continua a crescere. In un breve periodo di tempo, abbiamo aumentato notevolmente la capacità e allo stesso tempo abbiamo migliorato i nostri guadagni”, ha affermato Geir Karlsen, CEO di Norwegian. Norwegian ha avviato il summer traffic programme alla fine di marzo e la produzione di aprile è stata superiore di oltre il 50% rispetto a marzo. Nonostante la puntualità sia leggermente influenzata da problemi di capacità in diversi aeroporti, Norwegian ha completato oltre il 99% di tutti gli scheduled flights. I dati sulle prenotazioni per l’estate sono molto positivi e la compagnia vede un numero crescente di viaggiatori d’affari che desiderano viaggiare con Norwegian. Nel dettaglio, Norwegian ha trasportato 1.400.396 passeggeri ad aprile, rispetto ai 59.431 dell’aprile 2021. Il load factor si è attestato al 78,7%. Ad aprile Norwegian ha operato in media 60 aeromobili e il 99,3 degli scheduled flights è stato completato. La puntualità è stata dell’82,6%.

LOCKHEED MARTIN: COMPLETATA LA PRODUZIONE DEL PRIMO TPY-4 RADAR – Il transportable or fixed air defense long-range radar più avanzato, il primo radar AN/TPY-4 di Lockheed Martin, recentemente selezionato dall’aeronautica statunitense per il Three Dimensional Expeditionary Long Range Radar (3DELRR) Rapid Prototyping program, ha completato la produzione, segnando la disponibilità nel mondo. La tecnologia che abilita il TPY-4 fornisce la capacità richiesta per le minacce odierne e una flessibilità senza precedenti per adattarsi rapidamente a quelle che emergono nel tempo.

IBERIA: CAPACITA’ AGGIUNTIVA PER LA FINALE DI CHAMPIONS LEAGUE – La finale di Champions League si giocherà a Parigi il 28 maggio. Iberia rafforza la sua offerta regolare con Parigi e organizza voli aggiuntivi. Pertanto, Iberia e Iberia Express offriranno più di 4.000 posti tra venerdì e sabato mattina in modo che i tifosi possano viaggiare a Parigi. Oltre ai 15 voli regolari, nove il venerdì e sei il sabato mattina che permettono di arrivare in tempo per vedere la finale, Iberia ha programmato altri quattro voli speciali che, in totale, si sommano alla capacità. Allo stesso modo, Iberia è in contatto con diverse agenzie di viaggio per poter offrire voli charter aggiuntivi. Per il ritorno di domenica, oltre ai nove voli di linea, sono previste altre quattro operazioni speciali. Pertanto, in totale, il Gruppo Iberia offrirà più di 8.000 posti quel fine settimana tra Madrid e Parigi.

EASA PUBBLICA UNA ‘REWIEV OF SAFETY ISSUES’ DERIVANTI DAL CONFLITTO IN UCRAINA – EASA informa: “A seguito dell’invasione dell’Ucraina da parte della Federazione Russa, l’EASA ha sviluppato un safety risk portfolio per identificare i problemi di sicurezza che interessano l’aviazione commerciale, derivanti o associati a questo conflitto. L’EASA ha sviluppato il portfolio in stretta collaborazione con le autorità di regolamentazione degli Stati membri e con i partner del settore per rilevare problemi di sicurezza nuovi o emergenti. La valutazione ha seguito i sondaggi degli EASA safety partners, tra cui le autorità di regolamentazione e l’industria degli Stati membri EASA. Attingendo ai numerosi potenziali problemi di sicurezza forniti dalle parti interessate, l’EASA ha definito 20 safety issues. Laddove già disponibili, sono previste azioni di mitigazione insieme al corrispondente safety issue. Le organizzazioni dovrebbero valutare l’applicabilità dei safety issues elencati nella revisione alle proprie operazioni e, se del caso, acquisirli nei loro SMS in modo che tutti i rischi associati possano essere mitigati efficacemente. L’EASA continuerà a monitorare la situazione della sicurezza e fornirà ulteriori aggiornamenti alla relazione, se necessario.

IATA E ACA AGGIORNANO LO STANDARD INFLIGHT CATERING AGREEMENT – L’International Air Transport Association (IATA), in collaborazione con l’Airline Catering Association (ACA), ha rilasciato un updated Standard Inflight Catering Agreement (SICA). L’uso del modello SICA standardizzato aiuta a migliorare l’efficienza degli inflight catering procurement in tutto il mondo. Il rilascio del template aggiornato è il risultato di un accordo per approfondire la collaborazione tra IATA e ACA. Le due organizzazioni promuoveranno anche congiuntamente l’uso di SICA tra i loro membri. “L’aggiornamento di SICA è un risultato significativo. I requisiti di catering sono complessi e costituiscono una parte unica degli standard di servizio di una compagnia aerea. SICA aiuta sia le compagnie aeree che i caterers manage a gestire questa complessità in modo efficiente per ottenere i risultati che i viaggiatori si aspettano. La collaborazione tra IATA e ACA ha migliorato SICA riunendo le competenze di ACA e IATA. Questa è stata una collaborazione di successo che intendiamo continuare ed espandere”, ha affermato Nick Careen, IATA Senior Vice President for Operations, Safety, and Security. Il SICA agreement template si basa sulle migliori pratiche del settore e sarà incluso nello IATA Airport Handling Manual, che contiene tutte le politiche e le migliori pratiche approvate dal settore per supportare operazioni a terra sicure ed efficienti. IATA e ACA presenteranno il nuovo modello in una sessione congiunta alla 34a IATA Ground Handling Conference (IGHC) che si terrà a Parigi, Francia, dal 31 maggio al 2 giugno 2022.

 

2022-05-05