DELTA INAUGURA IL NUOVO TERMINAL C A NEW YORK LGA – Delta celebra il suo ultimo investimento a New York mentre si prepara ad aprire ai clienti il suo nuovo Terminal C a LaGuardia Airport il 4 giugno, un’importante pietra miliare nel programma da 4 miliardi di dollari per trasformare e modernizzare uno degli hub chiave della compagnia aerea. Il CEO di Delta Ed Bastian, il governatore di New York Kathy Hochul, la Port Authority of New York and New Jersey e altri funzionari pubblici hanno celebrato il traguardo inaugurando una check-in, security and baggage claim facility e un nuovo ten-gate concourse E alla cerimonia ufficiale del taglio del nastro mercoledì. “La giornata di oggi segna davvero un nuovo inizio per i clienti e i dipendenti Delta presso il nostro hub LaGuardia, con l’apertura di questo nuovo straordinario terminal”, ha affermato Ed Bastian, CEO di Delta. “Sono trascorsi più di un decennio da quando Delta si è impegnata a crescere – e vincere – a New York, e siamo stati incrollabili nei nostri sforzi per diventare la compagnia aerea n. 1 di New York City. È grazie alle 10.000 persone Delta con sede a New York che siamo stati in grado di investire quasi 7 miliardi di dollari negli aeroporti di New York dal 2010, fornire i prodotti e le esperienze che i nostri clienti di New York meritano e diventare parte del tessuto della comunità, che significa così tanto per tanti di noi”. Delta ha accelerato i tempi di costruzione durante la pandemia per consegnare questa struttura ai clienti di New York ancora più velocemente del previsto. La compagnia aerea completerà l’intero four-concourse entro la fine del 2024, quasi due anni prima del previsto. Infine, i Terminal C e D si consolideranno in una struttura all’avanguardia, che copre 1,3 milioni di piedi quadrati e presenta 37 gate in quattro concourses. Il Terminal C è progettato per offrire l’efficienza e la velocità di cui hanno spesso bisogno i viaggiatori di New York, consentendo loro di spostarsi da e verso i propri gate in modo rapido e intuitivo con le ultime tecnologie. I clienti avranno la possibilità di effettuare il check-in tramite una hall spaziosa e centralizzata, completa di 36 banchi check-in con servizio completo e 49 chioschi self-service. Il Terminal C è caratterizzato da un programma artistico di livello mondiale in collaborazione con il Queens Museum, che mostra pezzi personalizzati di sei artisti locali che condividono la storia avvincente degli immigrati di New York, della sua gente e dell’importanza della diversità per la città.

50.000 ORE DI VOLO PER GLI EUROFIGHTER DEL 36° STORMO – Nei giorni scorsi la flotta di velivoli caccia Eurofighter del 36° Stormo ha raggiunto l’importante traguardo delle 50.000 ore di volo. Un prestigioso risultato iniziato il 1° ottobre 2007 quando atterrò sull’aeroporto militare di Gioia del Colle il primo velivolo Eurofighter assegnato Stormo pugliese. Entrato a far parte del servizio di sorveglianza aerea nazionale e NATO dal 5 gennaio 2009, lo Stormo rappresenta il “focal point” della Difesa Aerea del sud Mediterraneo. L’importante obiettivo raggiunto è stato segnato dalle innumerevoli attività operative svolte dal X e XII Gruppo Caccia, sia in campo nazionale che internazionale. Tra le tante, il supporto operativo nei cieli libici con l’Operazione “Unified Protector” e le missioni NATO di Air Policing negli spazi aerei di Islanda, Estonia, Lituania e Bulgaria, e la difesa dei cieli di Albania, Slovenia e Montenegro direttamente dall’aeroporto di Gioia del Colle. Un impegno operativo costante e sempre presente nello scenario internazionale basti pensare che velivoli, equipaggi e personale tecnico dello Stormo sono attualmente rischierati sull’aeroporto romeno di Costanza a difesa del fronte est dei cieli dell’Alleanza. 50.000 ore di volo, un obiettivo non solo reso possibile grazie alle peculiarità “Swing role” del velivolo multiruolo, capace di eseguire missioni di Difesa Aerea, di interdizione, di supporto alla componente terreste e navale o di ricognizione, ma anche dalla determinante opera compiuta dal Gruppo Efficienza Aeromobili (G.E.A.) in termini di manutenzione e di produzione di ore di volo. L’Eurofighter al servizio del 4°, 36°, 37° e 51° Stormo e identificabile come il più moderno dei velivoli da combattimento sviluppati e costruiti in Europa. Il 36° Stormo Caccia, che dipende dal Comando Squadra Aerea per il tramite del Comando Forze da Combattimento, è uno degli Stormi della difesa aerea dell’Aeronautica Militare che assicura 24 ore su 24, 365 giorni l’anno, senza soluzione di continuità, la sorveglianza dello Spazio Aereo Nazionale, mediante un complesso sistema di difesa aerea integrato sin dal tempo di pace con quello degli altri paesi NATO (Ufficio Stampa Aeronautica Militare).

AEROPORTO DI BOLOGNA: NOTA STAMPA SU DISAGI VIABILITA’ ACCESSO AEROPORTO IL 4 GIUGNO – Aeroporto di Bologna informa: “Nella giornata del 4 giugno, si sono verificati numerosi disagi nella viabilità di accesso all’aeroporto, con incolonnamenti ed attese dei veicoli diretti al terminal. All’origine del problema il flusso – superiore alle attese per questo periodo di ripresa dalla pandemia – di passeggeri che ieri, complice anche il ponte del 2 giugno, per la prima volta dall’inizio della pandemia ha superato la soglia di 30 mila unità tra arrivi e partenze. Purtroppo, malgrado la presenza di numerosi parcheggi disponibili e l’attivazione ormai da anni di un’area di sosta gratuita per 60 minuti (la “Wait Zone”), diversi automobilisti hanno deciso di sostare in rotonda o sul viale di accesso all’aeroporto, con evidenti ricadute sulla viabilità già congestionata. Inoltre, un problema meccanico ha bloccato la sbarra di accesso all’area bus per circa 10 minuti. La società si scusa con i passeggeri per i disagi e le difficoltà incontrate e nel contempo segnala che a breve, come da tempo programmato, verrà riaperto anche il parcheggio P4 – Lunga sosta, che era chiuso dalla primavera 2020 per l’emergenza Covid”.

JETBLUE ANNUNCIA UNA PROPOSTA MIGLIORATA PER L’ACQUISIZIONE DI SPIRIT – JetBlue ha annunciato di aver presentato una proposta migliorata al Board of Directors of Spirit per acquisire tutte le azioni ordinarie in circolazione di Spirit. “La proposta di JetBlue è un ulteriore aggiornamento delle sue precedenti proposte e offre agli azionisti Spirit un valore dimostrabilmente superiore, maggiori tutele normative (compresa una Enhanced reverse break-up fee) e il pagamento anticipato di una parte del corrispettivo in contanti. JetBlue ha inviato una lettera al Board of Directors of Spirit contenente la sua proposta migliorata”, afferma jetBlue. Nella lettera, il CEO di JetBlue, Robin Hayes, afferma: “La combinazione di JetBlue e Spirit creerebbe un vero concorrente nazionale rispetto ai legacy carriers dominanti, offrendo tariffe basse e un’esperienza eccezionale per più clienti, più opportunità e lavori ben pagati per i membri dell’equipaggio e più valore per gli azionisti. Le caratteristiche principali della nostra proposta migliorata – il pagamento anticipato in contanti e l’aumento della commissione di scioglimento inverso – riflettono la serietà del nostro impegno e sottolineano la nostra fiducia nel portare a termine questa transazione. Inoltre, dati i rischi normativi simili delle due transazioni e l’aumento della reverse break-up fee che siamo disposti a fornire, riteniamo che la nostra proposta migliorata rimanga una proposta superiore sotto ogni punto di vista”.

NATO AIR POLICING: IL CAPO DI STATO MAGGIORE DELL’AERONAUTICA MILITARE IN VISITA ALLA TFA-ISLANDA – Ad un mese dal conseguimento della Completa Capacità Operativa (Full Operational Capability – FOC), ossia la certificazione necessaria a garantire la sicurezza dei cieli islandesi nell’ambito delle attività di Air Policing, il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, Generale di Squadra Aerea Luca Goretti, accompagnato dal Comandante Logistico, Generale di Squadra Aerea Roberto Comelli e dall’Addetto per la Difesa presso l’Ambasciata d’Italia a Londra, Generale di Brigata Aerea Enrico Pederzolli, ha incontrato gli uomini e le donne della Task Force Air – Iceland. Da quando ha avuto inizio l’Operazione “Northern Lightning III” presso la base aerea di Keflavik, l’impegno del contingente italiano, rischierato in Islanda per preservare l’integrità dello spazio aereo della NATO in tempo di pace, rafforzando l’attività di sorveglianza dei cieli dell’Islanda che non possiede proprie capacità di difesa aerea, è proseguito senza soluzione di continuità, conducendo, nel frattempo, attività addestrativa congiunta con l’Icelandic Coast Guard e le forze della NATO presenti nel teatro di operazioni. Questi 30 giorni sono stati caratterizzati dal 100% di efficienza manutentiva del sistema d’arma F-35A che ha garantito, nonostante la peculiarità delle attività connesse al rischieramento fuori dai confini nazionali, il raggiungimento di 250 ore di volo in un solo mese per i quattro velivoli impiegati nell’Operazione. Lo straordinario traguardo è stato conseguito grazie alla professionalità del personale tecnico e logistico ed al quotidiano impegno di tutti gli uomini e le donne dell’Aeronautica Militare rischierati in Islanda. Dopo quelli del 2019 e del 2020, quello in corso è il terzo rischieramento in Islanda per gli F-35A del 32° Stormo di Amendola, il più lungo tra quelli effettuati finora (Ufficio Stampa Aeronautica Militare).

VH139: DIECI ANNI AL SERVIZIO DEL PAESE – Era il 31 maggio 2012 quando l’elicottero VH139 è atterrato per la prima volta sull’aeroporto di Ciampino sancendo di fatto l’inizio del suo servizio in forza al 31° Stormo. Martedì 31 maggio 2022, nell’hangar elicotteri del 31° Stormo dell’Aeronautica Militare si sono celebrati i primi 10 anni al servizio del 93° Gruppo Volo. Piloti, equipaggi, tecnici, ex appartenenti al 93° gruppo ed amici del 31° Stormo hanno condiviso esperienze operative e ricordi professionali di questi dieci anni che hanno visto protagonista il VH139, costruito dalla Leonardo Divisione Elicotteri, in missioni di trasporto delle Alte Cariche dello Stato, del personale del Dipartimento della Protezione Civile. Nel corso del discorso di apertura, il Maggiore Federico Rispoli, comandante del 93° Gruppo Volo, ha sottolineato: “Per la particolare tipologia di missione che siamo chiamati a svolgere, che ci viene spesso assegnata con brevi tempi di preavviso e per le esigenze più svariate, l’elicottero VH139 sembra un abito cucito su misura per noi del 93° Gruppo. Grazie a caratteristiche quali versatilità e flessibilità, ci permette di portare a termine con successo anche le missioni più difficili”. “10 anni di VH139. Un elicottero che ha raccolto un’eredità importante, quella del SH-3D”. Queste le parole del Comandante del 31° Stormo, Colonnello Gianmattia Somma. “In questi dieci anni ha dimostrato di essere all’altezza del suo predecessore portando a casa dei risultati altrettanto eccellenti ed importanti. Il VH139 della Leonardo rappresenta una delle migliori sintesi del Made in Italy, anche grazie al gioco di squadra tra l’Aeronautica Militare e l’industria aeronautica nazionale. “In dieci anni – ha continuato il Col. Somma – abbiamo totalizzato circa 6.500 ore di volo, abilitato 27 piloti, al momento abbiamo 12 piloti e 14 operatori di bordo che ci permettono di portare avanti la missione dello Stormo. Su questo velivolo hanno volato due Papi, due Presidenti della Repubblica e numerose Alte Cariche dello Stato e di Governo” (Ufficio Stampa Aeronautica Militare).

UNITED ESPANDE IL SUO FLIGHT TRAINING CENTER – United Airlines ha annunciato che sta espandendo il suo Flight Training Center, già la più grande struttura del suo genere al mondo, poiché la compagnia aerea cerca di assumere altri 10.000 piloti entro il 2030. La compagnia aerea aggiungerà un nuovo edificio che ospiterà 12 additional advanced flight simulators, training classrooms, conference rooms e uffici. Marc Champion, Managing Director of the Flight Training Center, afferma: “L’espansione di questa struttura di livello mondiale offre a United ancora più risorse per reclutare e addestrare la prossima generazione di aviatori. I nostri piloti sono i migliori del settore e il volo rimane una delle migliori carriere al mondo”. Il campus United – sette edifici, su 550.000 piedi quadrati di spazio di addestramento – è l’unica struttura di addestramento per i 12.000 piloti attivi della compagnia aerea e tutti i piloti neoassunti. Ogni nove mesi i piloti devono visitare il centro di formazione per rimanere aggiornati sulle certificazioni. In qualsiasi momento, nella struttura possono essere addestrati fino a 600 piloti. Lo United Flight Training Center campus dispone attualmente di 39 full-motion flight simulators e 15 fixed training devices: l’edificio aggiuntivo significa che United avrà presto la capacità di avere un totale di 52 full-motion simulators e 28 fixed training devices. United prevede di aggiungere più di 2.000 nuovi piloti solo quest’anno ed è sulla buona strada per assumere 10.000 piloti entro il 2030. La compagnia aerea prevede di addestrare circa 5.000 piloti entro quella data attraverso la United Aviate Academy, pilot training school della compagnia aerea. L’obiettivo di United è che almeno la metà dei piloti addestrati presso la United Aviate Academy siano donne o persone di colore.

NUOVI AMENITY KITS PER UNITED – I viaggiatori che volano in cabine premium sulle long-haul international and premium transcontinental routes United saranno i primi a sperimentare i nuovi co-branded amenity kits progettati esclusivamente per la compagnia aerea dal global travel lifestyle brand Away. Ispirandosi alle iconiche valigie e agli accessori versatili di Away, United offrirà tre versioni di amenity kits, ognuna con elementi essenziali da viaggio personalizzati e il Sunday Riley’s United-exclusive range di prodotti per la cura della pelle. La collaborazione rappresenta la prima volta che Away collabora con una compagnia aerea commerciale. “Poiché la domanda di viaggio continua a salire a livelli senza precedenti, i viaggiatori cercano comfort e qualità ora più che mai quando volano: ecco perché abbiamo scelto di collaborare con Away”, ha affermato Luc Bondar, vice president of marketing and loyalty and president of MileagePlus at United.

KLM: OPERAZIONI IN ORARIO DOMENICA, OLTRE IL 90% DEI PASSEGGERI A DESTINAZIONE O RIPRENOTATO – KLM afferma: “KLM è stata in grado domenica di operare voli secondo lo schedule originale per questo fine settimana festivo di Pentecoste. Inoltre, entro la fine del pomeriggio, oltre il 90% dei passeggeri che non avevano potuto volare ad Amsterdam sabato sera erano arrivati a destinazione o erano stati riprenotati. KLM prevede che i suoi voli operino secondo lo schedule lunedì di Pentecoste, 6 giugno, come hanno fatto domenica. KLM desidera sottolineare che la decisione di sospendere i voli passeggeri per o via Amsterdam sabato sera è stata estremamente difficile e non è stata presa alla leggera. Circostanze impreviste e acute al di fuori del nostro controllo ci hanno costretto a intervenire in questo modo. Le condizioni meteorologiche sfavorevoli combinate con la manutenzione della pista dell’aeroporto di Amsterdam Schiphol hanno portato il controllo del traffico aereo a ridurre ulteriormente la capacità sabato sera. Di conseguenza, molti aerei non sono stati in grado di atterrare o partire da Amsterdam. Ciò ha portato a un accumulo di passeggeri a Schiphol, provocando la formazione di grandi code. Nell’interesse di garantire la sicurezza a Schiphol e mantenere una situazione gestibile in aeroporto, KLM non ha quindi potuto portare i passeggeri a Schiphol come sempre”.

PRATT & WHITNEY: MIGLIAIA DI DIPENDENTI UNITI NELL’RTX GLOBAL MONTH OF SERVICE – Lo scorso aprile, i dipendenti Pratt & Whitney in tutto il mondo si sono uniti a Raytheon Technologies (RTX) attraverso #ConnectUp nel secondo annual Global Month of Service, con un impatto significativo nelle loro comunità. Insieme, oltre 1.000 dipendenti si sono offerti volontari in 27 Pratt & Whitney facilities in Canada, Cina, Israele, Polonia e Stati Uniti. “Dalla raccolta di beni essenziali in Canada, all’assistenza negli Stati Uniti, all’organizzazione di eventi di istruzione STEM in Cina: la portata e la varietà dell’impatto hanno coperto centinaia di aree per creare cambiamenti positivi e opportunità. In totale, durante il mese sono state registrate oltre 8.000 ore di volontariato dei dipendenti. Inoltre, ogni atto di servizio compiuto ad aprile è stato onorato con una donazione RTX di forniture essenziali per sostenere i rifugiati ucraini, comprese forniture mediche, coperte termiche e materassini, alla Croce Rossa polacca. Poiché i dipendenti Pratt & Whitney in Polonia hanno donato migliaia di ore di tempo ai rifugiati nelle loro comunità, i dipendenti Pratt & Whitney in tutto il mondo li hanno supportati da lontano. Questo spirito di servizio alla comunità continua a essere una pietra angolare della cultura di Pratt & Whitney, anche dopo 97 anni”, afferma Pratt & Whitney.

DELTA PORTA I VETERANI IN NORMANDIA – I veterani statunitensi della seconda guerra mondiale, molti intorno ai 90 anni, sono atterrati giovedì in Normandia, Francia, come parte del prossimo 78° anniversario dello sbarco in Normandia. Gli ex soldati sono arrivati su un volo diretto Delta Air Lines da Atlanta all’aeroporto di Deauville, la prima volta che una compagnia aerea statunitense ha volato lì senza scalo. “Delta ha il privilegio di aver svolto la nostra parte nel riportare questi coraggiosi veterani nel nord della Francia con i membri delle loro famiglie per questa speciale settimana di commemorazione”, ha affermato Bob Somers, SVP of Global Sales, Delta. “Siamo molto orgogliosi della nostra partnership con Best Defense Foundation. La loro filosofia di prendersi cura di coloro che si sono presi cura di noi è condivisa con tutto il cuore da Delta e dai nostri dipendenti”.

2022-06-06