IATA: l’Air Cargo a maggio è stato sostenuto dall’allentamento delle restrizioni in Cina

L’International Air Transport Association (IATA) ha pubblicato i dati di maggio 2022 per i global air cargo markets, dimostrando che l’allentamento delle restrizioni Omicron in Cina ha contribuito ad alleviare i vincoli della supply chain e ha contribuito a migliorare le performance a maggio.

“La domanda globale, misurata in cargo tonne-kilometers (CTK), è stata dell’8,3% inferiore ai livelli di maggio 2021 (-8,1% per le operazioni internazionali). Questo è stato un miglioramento rispetto al calo anno su anno del 9,1% visto ad aprile.

La capacità è stata del 2,7% superiore a maggio 2021 (+5,7% per le operazioni internazionali). Ciò ha più che compensato il calo dello 0,7% su base annua di aprile. La capacità è stata ampliata in tutte le regioni, con l’Asia-Pacifico che ha registrato la crescita maggiore.

Le air cargo performances sono influenzate da diversi fattori. L’attività commerciale è leggermente aumentata a maggio, poiché i blocchi in Cina a causa di Omicron sono stati allentati. Anche le regioni emergenti hanno contribuito alla crescita con volumi più forti. La guerra in Ucraina continua a compromettere la capacità cargo utilizzata per servire l’Europa, poiché diverse compagnie aeree con base in Russia e Ucraina erano attori chiave del trasporto merci”, afferma IATA.

“Maggio offre notizie positive per l’air cargo, in particolare a causa dell’allentamento di alcune restrizioni Omicron in Cina. Su base destagionalizzata, abbiamo registrato una crescita (0,3%) dopo due mesi di calo. Il ritorno della produzione asiatica con l’allentamento delle misure COVID-19, in particolare in Cina, sosterrà la domanda per l’air cargo. Il forte rimbalzo del traffico passeggeri ha aumentato la belly capacity. L’incertezza nella situazione economica generale dovrà essere attentamente osservata”, ha affermato Willie Walsh, IATA’s Director General.

I vettori europei hanno registrato una diminuzione del 14,6% dei volumi cargo a maggio 2022 rispetto allo stesso mese del 2021. Questa è stata la peggiore performance di tutte le regioni. Ciò è attribuibile alla guerra in Ucraina. Anche la carenza di manodopera e la minore attività manifatturiera in Asia dovuta a Omicron hanno influito sui volumi. La capacità è aumentata del 3,3% a maggio 2022 rispetto a maggio 2021.

(Ufficio Stampa IATA)

2022-07-07