Le Lufthansa Group Airlines, Lufthansa, SWISS, Austrian Airlines, Brussels Airlines e Air Dolomiti, stanno ampliando le loro opzioni di cambio prenotazione esistenti nell’interesse dei loro clienti, a causa delle circostanze eccezionali causate dalla diffusione del coronavirus.

I clienti che dispongono di biglietti per voli cancellati ed esistenti di Lufthansa Group possono conservare questo biglietto senza dover impegnarsi direttamente per una nuova data di volo. Le prenotazioni esistenti verranno annullate per il momento, ma il biglietto e il suo valore rimarranno invariati e potranno essere riprenotati su una nuova data di partenza fino al 31 dicembre 2020 compreso.

Questa regola si applica ai biglietti prenotati fino al 12 marzo 2020 compreso e con una data di viaggio confermata fino al 30 aprile 2020 incluso. I clienti sono tenuti ad informare del loro cambio di prenotazione desiderato entro il 1° giugno 2020. Non verrà addebitato alcun costo di prenotazione. Se la tariffa originale non è più disponibile, la differenza corrispondente deve essere pagata al momento della nuova prenotazione. Inoltre, i clienti possono anche riprenotare verso un’altra destinazione.

Con questo accordo, Lufthansa Group Airlines sta rispondendo al desiderio di molti clienti di poter avere una maggiore flessibilità riguardo ai loro piani di viaggio date le circostanze eccezionali attuali.

La scorsa settimana Lufthansa Group ha già introdotto opzioni di riprenotazione flessibili per i suoi clienti per quanto riguarda le prenotazioni esistenti e future (leggi anche qui). Maggiori informazioni sono disponibili su lh.com. Inoltre, i clienti possono contattare la service hotline in qualsiasi momento per modificare le proprie prenotazioni.

Riguardo i voli verso gli Stati Uniti (leggi anche qui), Austrian Airlines informa: “A causa delle nuove normative statunitensi, in base alle quali i passeggeri provenienti dall’Unione Europea, dalla Svizzera e da altri paesi non possono più entrare nel paese, Austrian Airlines sta cambiando il suo programma di volo verso gli Stati Uniti. Da sabato 14 marzo non ci saranno più voli diretti da Vienna verso gli Stati Uniti fino a nuovo avviso, ad eccezione di Chicago. New York (Newark / EWR) rimarrà accessibile tramite l’hub Lufthansa a Francoforte e l’hub SWISS a Zurigo. Entrambe le compagnie aeree continueranno anche a volare a Chicago. Brussels Airlines continuerà a servire Washington tramite il suo hub. I passeggeri interessati verranno riprenotati o riceveranno un rimborso del prezzo del biglietto. Tuttavia, i passeggeri possono comunque raggiungere tutte le destinazioni all’interno degli Stati Uniti tramite gli hub nel paese con un volo di collegamento della compagnia aerea partner United Airlines. Al momento i voli Austrian Airlines per Montreal, in Canada, non sono interessati”.

(Ufficio Stampa Lufthansa Group – Austrian Airlines)