ACI World: impegno condiviso per la resilienza e la sostenibilità a lungo termine dell’ecosistema dell’aviazione

ACI World ha accolto con favore l’adozione di una dichiarazione dei partecipanti ministeriali alla International Civil Aviation Organization’s (ICAO) High-level Conference on COVID-19 (HLCC), che sostiene la resilienza a lungo termine e la sostenibilità dell’ecosistema dell’aviazione (leggi anche qui).

Durante la sessione plenaria di chiusura della conferenza il 22 ottobre 2021, le principali parti interessate del settore dell’aviazione, tra cui ACI World, CANSO, IATA, IBAC, ICCAIA, IFALPA e IFATCA, hanno presentato una dichiarazione congiunta del settore accogliendo e approvando l’impegno dei ministri per garantire operazioni sostenute e la fornitura di servizi aerei essenziali, salvaguardando nel contempo una concorrenza leale e adottando misure efficaci per ripristinare in sicurezza la connettività internazionale e sostenere il rilancio dell’economia globale.

La dichiarazione congiunta ha anche invitato i governi ad agire per attuare approcci pragmatici e basati sul rischio, come il riconoscimento reciproco dei vaccini e soluzioni interoperabili per la prova dello stato di salute, e di essere guidati dal lavoro dell’ICAO per fornire una guida per l’evoluzione delle misure di gestione del rischio esistenti man mano che la pandemia si ritira o diventa endemica.

ACI World, insieme ai partner del settore, si è impegnata a continuare a fornire supporto per la costruzione della resilienza a lungo termine attraverso il miglioramento delle capacità di risposta alle crisi, l’impegno per obiettivi climatici a lungo termine e il supporto dei facilitation and safety technical streams dell’HLCC.

A questo proposito ACI ha ricevuto un forte sostegno da molti Stati per il suo documento “Ground Handling as a Key Component of the Long-Term Resilience and Sustainability of the Aviation System”, che ha evidenziato l’importanza dei Ground Handling Service Provider (GHSP) come parte della sostenibilità economica e sociale a lungo termine dell’ecosistema dell’aviazione. In risposta alla sua richiesta di livelli di sicurezza sostenuti, la Conferenza ha convenuto che avrebbe lavorato per costruire una migliore supervisione delle ground handling activities.

Il Facilitation stream ha affrontato le principali sfide future che l’aviazione in generale e gli aeroporti in particolare devono affrontare, compresa la garanzia di un approccio basato sul rischio per facilitare il proseguimento della ripresa dell’aviazione; accessibilità per tutti i passeggeri; il continuo sviluppo di National Air Transport Facilitation Programmes and Committees; digitalizzazione; l’ulteriore sviluppo di processi senza soluzione di continuità e contactless all’interno dell’aviazione.

“ACI ha avuto una presenza di grande impatto all’HLCC, a nome dei nostri aeroporti membri e dell’intera comunità dell’aviazione”, ha affermato Luis Felipe de Oliveira, ACI World Director General. “I risultati delle discussioni e delle conclusioni della conferenza riguardante i Safety and Facilitation streams aiuteranno il continuo recupero dell’industria aeronautica e guideranno miglioramenti nei livelli complessivi di sicurezza dell’ecosistema aeronautico.

La collaborazione tra l’ICAO e l’industria è stata una pietra angolare del riavvio del settore, come dimostrato dagli sforzi dell’ICAO Council Aviation Recovery Taskforce (CART). La dichiarazione ministeriale e la dichiarazione congiunta dell’industria sottolineano l’impegno condiviso dell’industria e degli Stati per la resilienza e la sostenibilità a lungo termine dell’ecosistema dell’aviazione e l’ACI plaude e sostiene la leadership dell’ICAO in questo senso. Chiediamo all’ICAO e ai governi di attuare le raccomandazioni della conferenza e di riferire sui progressi alla 41a Assemblea triennale dell’ICAO”.

(Ufficio Stampa ACI World)