LUFTHANSA: RIMBORSATI FINORA CIRCA 2,7 MILIARDI DI EURO – Nell’anno in corso, le compagnie aeree di Lufthansa Group hanno finora rimborsato circa 2,7 miliardi di euro, per un totale di 6,3 milioni di clienti (al 09.09.2020). In termini aritmetici, la scorsa settimana sono stati pagati circa 1.800 rimborsi l’ora. I reclami giustificati ricevuti da Lufthansa in Germania entro la fine di giugno sono già stati risolti. Solo i casi più complessi che richiedono un’elaborazione più intensiva sono ancora in sospeso. Anche questi saranno completati nel prossimo futuro. Il numero di rimborsi di biglietti aperti è sceso a un milione di transazioni. Va notato che nuove richieste di rimborso sorgono costantemente perché i voli devono essere cancellati o gli ospiti cancellano a causa di avvisi di viaggio. Lufthansa riceve attualmente il triplo delle domande rispetto a prima della pandemia. Pertanto, il numero di richieste di rimborso aperte continuerà a svilupparsi in modo dinamico, diminuirà ulteriormente nelle prossime settimane, ma non raggiungerà mai lo zero. Le Lufthansa Group Airlines stanno lavorando continuamente e intensamente per accelerare ulteriormente l’elaborazione. A tal fine, sono state avviate molte misure, con maggiore capacità nei customer centers. Numerosi dipendenti di altri reparti sono stati attivati per fornire supporto e sono stati liberati dallo short-time working. I clienti possono adattare in modo flessibile i loro piani di viaggio. Tutte le tariffe di Lufthansa, SWISS, Austrian Airlines e Brussels Airlines possono essere riprenotate tutte le volte che lo si desidera senza costi aggiuntivi. Questo vale in tutto il mondo per le nuove prenotazioni su rotte a corto, medio e lungo raggio.

ICELANDAIR DIVENTERA’ PARTNER DI WORDLWIDE BY EASYJET – easyJet ha annunciato che Icelandair è destinata a diventare una nuova compagnia aerea partner nel suo connections service, Worldwide by easyJet. La partnership con Icelandair dovrebbe essere attiva nelle prossime settimane, anche nei suoi principali aeroporti europei di Parigi Charles de Gaulle e Amsterdam Schiphol, con il servizio che dovrebbe essere attivo in altri aeroporti nei prossimi mesi. Da quel momento i clienti easyJet saranno in grado di connettersi senza problemi tra i voli easyJet sulla sua rete europea e i voli Icelandair attraverso l’esteso network della compagnia in Europa e Nord America. Quest’ultima aggiunta al servizio Worldwide by easyJet segue la conferma la scorsa settimana che il partner esistente Emirates inizierà i collegamenti attraverso Worldwide by easyJet all’aeroporto di Milano Malpensa, dopo il suo lancio iniziale a Londra Gatwick (leggi anche qui). Worldwide by easyJet è cresciuta costantemente, con oltre 5.000 origini e destinazioni uniche che sono state prenotate in combinazione con compagnie aeree partner. Worldwide by easyJet è ora disponibile con 17 partner: Air Transat, Aurigny, Blue air, Corsair, La Compagnie, Emirates, China Airlines, Cathay Pacific, Etihad, Loganair, Norwegian, Neos, Scoot, Singapore Airlines, Virgin Atlantic, WestJet e ora Icelandair.

EMIRATES RIPRENDE I SERVIZI VERSO CASABLANCA – Emirates ha annunciato che riprenderà i servizi passeggeri per Casablanca, Marocco, dal 18 settembre. La ripresa dei voli porta la rete africana di Emirates verso 14 destinazioni, poiché la compagnia aerea ripristina in modo sicuro e graduale la sua rete nel continente e in tutto il mondo, per soddisfare le esigenze di viaggio dei suoi clienti. I voli per Casablanca opereranno tre volte a settimana il mercoledì, il venerdì e la domenica. Il volo Emirates EK751 partirà da Dubai alle 07:25, con arrivo a Casablanca alle 12:45. Il volo EK752 partirà da Casablanca alle 14:45, arrivando a Dubai alle 01:15 del giorno successivo. I clienti possono godere di comodi collegamenti via Dubai. Garantendo la sicurezza dei viaggiatori, dei visitatori e della comunità, i test COVID-19 PCR sono obbligatori per tutti i passeggeri in entrata e in transito che arrivano a Dubai (e negli Emirati Arabi Uniti), inclusi cittadini, residenti e turisti degli Emirati Arabi Uniti, indipendentemente dal paese da cui provengono. I passeggeri devono soddisfare tutti i requisiti di ingresso in Marocco per poter viaggiare.

BOEING: ACCORDO CON SALT RIVER PROJECT PER FORNIRE ENEGIA RINNOVABILE AL MESA SITE – Boeing e Salt River Project (SRP) utility hanno firmato un accordo pluriennale per alimentare il sito Boeing di Mesa con energia solare rinnovabile. Boeing sarà una delle numerose società a ricevere energia dall’impianto solare fotovoltaico da 100 megawatt di SRP di prossima costruzione a Eloy, Arizona. Il Boeing’s Mesa site riceverà circa il 25% del suo fabbisogno di elettricità da questo impianto nei prossimi 15 anni. Ciò supporta l’obiettivo generale dell’azienda di ridurre le emissioni di gas serra del 25% entro il 2025 e, in definitiva, alimentare le operazioni con il 100% di energia rinnovabile. L’impianto di Eloy dovrebbe entrare in funzione nel dicembre 2021, a circa 50 miglia dal sito di Boeing a Mesa. Il sito di Mesa produce elicotteri Apache e ospita vari corporate, commercial and defense teams in più di 40 edifici. Boeing impiega più di 4.600 persone in Arizona, la maggior parte con sede a Mesa. Questo accordo espande la leadership di Boeing nell’uso delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica. Due siti Boeing – Renton, Washington e Charleston, South Carolina – utilizzano oggi il 100% di energia rinnovabile.

PROSEGUE IL RITIRO DEI 747 DI BRITISH AIRWAYS – A luglio British Airways ha annunciato che tutti i 31 suoi 747 rimanenti avevano purtroppo effettuato i loro ultimi servizi commerciali, a causa dell’impatto devastante che la pandemia di Covid-19 ha avuto sulla compagnia aerea e sul settore dell’aviazione (leggi anche qui). Dopo il ritiro del primo 747, G-CIVD (leggi anche qui), del secondo (G-BYGF) e del terzo (G-CIVH), in questi giorni sono partiti anche il quarto, G-BYGB, il quinto, G-BYGA, il sesto, G-CIVI e il settimo, G-CIVO. La compagnia proseguirà gradualmente nel ritiro degli altri 747.

ETHIOPIAN AIRLINES RIPRENDE I COLLEGAMENTI CON LA NIGERIA, LA NAMIBIA E LE COMORE – Con la riapertura delle frontiere, Ethiopian Airlines, il più grande gruppo aeronautico in Africa, riprende a volare anche verso Abuja e Lagos, Nigeria, Windhoek, Namibia, e Moroni, Comore. La compagnia serve 117 destinazioni internazionali in cinque continenti e 23 voli domestici in Etiopia. Dall’Italia Ethiopian Airlines attualmente opera con cinque frequenze settimanali da Milano Malpensa e da Roma Fiumicino per/da Addis Abeba. Ethiopian Airlines, che opera verso 62 destinazioni nel solo continente in Africa, già da diversi mesi, ha ripreso i voli verso varie destinazioni in Africa come Cameroon, Dar es Salaam, Giuba, Kilimangiaro, Lusaka, Malabo, Mogadiscio, Seychelles, Zanzibar. La sicurezza, la protezione e la salute di passeggeri e dipendenti hanno la massima priorità per Ethiopian Airlines. In quest’ottica, la compagnia ha da poco completato un nuovo terminal passeggeri presso il suo hub, Aeroporto Internazionale di Addis Abeba Bole International, con particolare attenzione alle misure di biosicurezza e bioprotezione (leggi anche qui).

BOMBARDIER: FISSATA PER IL 21 OTTOBRE LA 24° ANNUAL SAFETY STANDDOWN – La 24° Bombardier annual Safety Standdown, una delle safety conferences più complete nel settore dell’aviazione, è fissata per il 21 ottobre e l’evento di quest’anno sarà completamente virtuale. Il tema dell’evento virtuale è “Safety in Focus 20/20” e spinge i professionisti e le organizzazioni dell’aviazione a chiedersi come trasformare in realtà la loro visione di un’organizzazione più sicura ed efficiente, trasformando la teoria in pratica. “Per più di 20 anni Bombardier ha guidato il settore nel fornire ai professionisti dell’aviazione un knowledge-based aviation training e l’evento virtuale di quest’anno si basa su questo obiettivo molto importante”, ha affermato Andy Nureddin, Vice President, Customer Support, Bombardier Aviation. “Anche se quest’anno abbiamo cambiato il formato per garantire che i partecipanti rimangano al sicuro, l’obiettivo rimane: promuovere una comunità di professionisti dell’aviazione impegnati nell’apprendimento permanente e nella diffusione di standard più elevati di sicurezza e professionalità in tutto il settore. Sono certo che il nostro nuovo formato continuerà a sottolineare questa premessa essenziale”. In vista di questo evento virtuale, il Safety Standdown team ha organizzato una serie di colloqui bisettimanali che evidenziano argomenti essenziali sulla sicurezza.